Contenuto sponsorizzato

Si fa prestare una moto d'epoca e poi ruba i pezzi originali. Denunciato un 34enne

L'uomo, assieme ad un 60enne di Roveredo in Piano, ha smontato la moto e poi sostituiti i pezzi con altri non originali

Pubblicato il - 15 March 2018 - 17:43

FONTANAFREDDA. Si erano fatti prestare una moto d'epoca per fare una gara. L'hanno smontata e poi tutti i pezzi li hanno sostituiti con altri non originali. Vittima è un imprenditore di Oderzo e a finire nei guai sono un 60enne di Roveredo in Piano (Pordenone) e un 34enne di Caldonazzo.

 

Il fatto è avvenuto nell'agosto dello scorso anno. Il veneto aveva prestato una moto cross d'epoca di marca Mayco.

Dopo la competizione i due hanno restituito la moto. Il legittimo proprietario, però, ha immediatamente visto che qualcosa non funzionava e che alcuni pezzi della sua due ruote non erano originali.

 

Non riuscendo ad averli indietro ha denunciato l'accaduto ai carabinieri della stazione di Fontanafredda (Pordenone) che hanno avviato una indagine.
 

A seguito di una serie di perquisizioni, i carabinieri sono riusciti a trovare all'interno del garage adibito a officina del 60enne, due ammortizzatori, due focelle, un serbatoio e due ruote dotati di pneumatici con cerchio dorato. Pezzi che corrispondevano perfettamenet a quelli della moto d'epoca.

 

I due uomini, il 60enne di Roveredo in Piano e il 34enne di Caldonazzo, sono stati denunciati per appropriazione indebita.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

20 January - 11:04

L’uomo non è l’unico essere vivente a intrecciare relazioni con le altre specie, per esempio corvi e lupi possono collaborare fra loro con gli uccelli che indicano ai carnivori la presenza di prede o carcasse. Ma non solo perché alcuni corvi sono stati visti giocare con i cuccioli del branco

20 January - 11:39

Nel nuovo bollettino sul Coronavirus in Alto Adige sono stati registrati 441 nuovi positivi e 4 decessi. Il bilancio delle vittime sale così a 530 solamente in questa seconda ondata. Aumentano i ricoveri. Nella giornata di martedì il presidente Arno Kompatscher aveva annunciato nuove restrizioni in caso di peggioramento della situazione epidemiologica

20 January - 10:58

Le capre sono state affidate a numerosi allevatori. L'avvocato Schuster rilancia il progetto di rilevare l’azienda agricola nata dalla passione e dall’intuizione di Agitu per garantire continuità al suo progetto. Tutto questo con i soldi che sono stati raccolti 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato