Contenuto sponsorizzato

Si teme che un padre abbia sparato al proprio figlio. L'uomo è asserragliato in casa, la madre è riuscita a fuggire

L'autore del gesto dovrebbe essere Massimo Toller. Costa di Folgaria è blindata, nessuno può varcare gli accessi. L'equipe medica pronta a intervenire. La donna messa in salvo (QUI TUTTI GLI AGGIORNAMENTI)

Pubblicato il - 16 novembre 2018 - 20:47

FOLGARIA. AGGIORNAMENTO

 

Si teme che un padre abbia potuto sparare al proprio figlio, verso le 19, a Costa di Folgaria. Sembra che l'autore del gesto sia Massimo Toller. Uno sparo ha messo in allarme il paese, colpi di arma da fuoco che sono rimbombati nella valle. Una madre che scappa per mettersi in salvo, per chiedere aiuto. 

 

Momenti drammatici che non sembrano terminare: l'uomo, un sessantenne, è asserragliato in casa, barricato, con le forze dell'ordine che circondano la proprietà. Ha un'arma in mano, per questo tutto il paese è blindato e nessuno può entrare. Le altre abitazioni attorno hanno le luci spente e soltanto le luci dei lampeggianti illuminano la notte. 

 

Si teme per il figlio. Sul posto, in attesa di poter intervenire, c'è l'equipe medica portata sull'altipiano dall'elicottero del 118. Le ragioni del gesto non sono ancora chiare, si immagina una lite arrivata al culmine con lo sparo che tutti sperano possa aver mancato l'obiettivo. 

 

La casa in cui si teme si sia consumata una tragedia si trova vicino alla vecchia Offician Toller. La donna fuggita è in salvo, soccorsa fin da subito dai primi volontari che sono intervenuti con le ambulanze.

 

Gli ingressi al paese sono presidiati dai vigili del fuoco. Possono varcarli soltanto le automobili delle forze dell'ordine che stanno arrivando in massa. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 30 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

01 dicembre - 15:37

L’ultimo esemplare radiocollarato è una femmina, ribattezzata “Cimbra”, con la sua cattura sarà possibile acquisire dati che serviranno a evitare le predazioni sugli animali domestici. Gli esperti: “Se si vogliono trovare soluzioni ci si deve attenere ai fatti evitando il sensazionalismo. Progetto replicabile? Sì, in tutto l’arco alpino, anche nei confronti degli orsi”

01 dicembre - 15:57

Il capogruppo di Agire spiega : "Dal '78 ad oggi abbiamo avuto più di 6 milioni di aborti, ovviamente non mi permetto di giudicare, però non posso tacere sul fatto che in quei 6 milioni, non c'erano solo bambini di sesso maschile ma anche di sesso femminile. Anche in questo caso è femminicidio”

01 dicembre - 12:50

Tra le zone principali dello spaccio piazza Dante e piazza della Portela, l'operazione dei Carabinieri all'alba con le unità cinofile e gli elicotteri. Coinvolti tunisini, italiani e marocchini uniti da un modello organizzativo costituito da un vincolo gerarchico. Lo spaccio anche a Rovereto, Pergine, Riva del Garda e Arco 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato