Contenuto sponsorizzato

Sicurezza stradale, al via in Trentino i controlli in borghese da parte della Polizia sull'uso corretto dei telefoni a bordo di veicoli

Il potenziamenti dei controlli avverrà con l'operazione prenderà il via lunedì ed è stata denominata “No distraction in Driving”

Pubblicato il - 28 luglio 2018 - 15:20

TRENTO. In occasione dell'esodo estivo e per migliorare la sicurezza sulle strade la Polizia di Stato ha deciso di potenziare i controlli con un'operazione ad alto impatto denominata “No distraction in Driving”, per un uso corretto di apparati radio e telefoni a bordo di veicoli.

 

L'operazione prenderà il via da lunedì 30 luglio e sino a domenica 5 agosto. La Polizia Stradale di Trento ha programmato una serie di controlli che verranno effettuati sull’intero territorio provinciale, anche svolti da personale in abiti civili ed a bordo di veicoli con colori di serie.

 

Qualche giorno fa, una direttiva delle Procure della Repubblica di Trento, Bolzano e Rovereto, in previsione dell'intensificarsi del traffico sulla rete viaria regionale durante il periodo estivo, ha previsto che in caso di incidente stradale causato dall'uso del cellulare, ne sia previsto il sequestro immediato.

 

La polizia, secondo la direttiva, dovrà verificare sempre se al momento del sinistro il conducente utilizzava il cellulare e, se necessario, dovrà procedere al sequestro.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.27 del 27 Febbraio
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 febbraio - 19:34

I positivi totali di oggi sono 341 mentre i decessi sono 2 che portano il totale, da inizio epidemia a 1271 morti, 821 solo da settembre in questa seconda ondata di Covid-19. Ecco la mappa del contagio da Trento ad Ala da Pergine a Rovereto

27 febbraio - 20:20

Sono tante le voci che sabato 27 febbraio, in piazza Santa Maria, hanno ricordato Deborah Saltori, 42enne di Vigo Meano uccisa dall’ex marito. Non bisogna parlare di violenza solamente a posteriori, hanno ricordato le persone che hanno preso la parola in piazza. È necessario insistere sulla rieducazione degli uomini maltrattanti, ma anche sull’educazione dei ragazzi. “Chiediamo che i percorsi di educazione alle relazioni di genere siano riattivati”, ha domandato l’insegnante Maria Giovanna Franch, ma dalla giunta nessuna risposta

27 febbraio - 17:44

Dei nuovi positivi, 6 hanno tra 0-2 anni, 11 tra 3-5 anni, 24 tra 6-10 anni, 8 tra 11-13 anni, 19 tra 14-19 anni e 49 di 70 e più anni

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato