Contenuto sponsorizzato

Stava camminando in mezzo alla strada in stato confusionale, salvata dai carabinieri

Una signora anziana stava seguendo la linea in mezzo alle corsie di via Piave. I militari l'hanno notata e soccorsa 

Pubblicato il - 09 luglio 2018 - 12:53

TRENTO. Stava camminando in mezzo alla strada, lungo via Piave, quando è stata notata dai carabinieri di Trento che hanno deciso di fermarsi e l'hanno poi aiutata a ricondurla al proprio domicilio. I fatti si sono svolti ieri mattina, domenica. I carabinieri del Nor (aliquota radiomobile) della compagnia di Trento stavano percorrendo la strada che, poi, all'incrocio con via Barbacovi, conduce proprio alla caserma dell'Arma del capoluogo.

 

I militari hanno notato una signora anziana che stava camminando, in apparente stato confusionale, lungo la via, seguendo la linea centrale della carreggiata mettendo anche in pericolo la propria e altrui incolumità. I carabinieri si sono quindi accostati e, una volta appurate le difficoltà a interloquire della stessa signora, hanno proceduto ade accertare se fosse ospite di una struttura socio sanitaria assistenziale del capoluogo, dalla quale si era inavvertitamente allontanata.

 

Ottenute le informazioni necessarie e ricostruito il percorso della donna i carabinieri hanno provveduto ad accompagnare la signora fino al suo domicilio in sicurezza, evitando ulteriori situazioni di pericolo. I carabinieri la hanno, quindi, riaffidata all’assistenza della struttura ove era ospite, riuscendo così nella tutela della incolumità della persona e nella vicinanza alla cittadinanza.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

20 settembre - 12:45

L’affluenza nazionale nei comuni chiamati al voto, all’appello di mezzogiorno, supera di poco il 15% (in provincia di Bolzano è intorno al 14,9%, il Trentino non pervenuto). Per il referendum hanno votato il 12,3% degli italiani

20 settembre - 11:41

I tamponi analizzati sono 1530. I pazienti covid19 ricoverati in ospedale sono 16 e a questi si aggiunge una persona che si trova in terapia intensiva 

20 settembre - 05:01
L'Azienda provinciale per i servizi sanitari ha deliberato l'acquisto di 91 mila test rapidi a 409.500 euro, ma in Trentino la volontà sempre quella di puntare principalmente sui tamponi: "I test rapidi sono utili per controllare un elevato numero di persone e conseguentemente evitare chiusure di attività quali scuole e imprese. Sono armi importanti per scongiurare un eventuale ritorno al lockdown"
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato