Contenuto sponsorizzato

''Stop ai bocconi avvelenati'', le associazioni animaliste lanciano l'allarme: ''Sono un pericolo anche per i bambini''

Sono in aumento i bocconi avvelenati che vengono trovati sul territorio e che hanno già fatto morire molti cani e non solo. Oggi a Trento la manifestazione delle associazioni animaliste: "Serve denunciare per arginare questo problema"

Di G.Fin - 24 March 2018 - 19:01

TRENTO. “Serve un atto di civiltà nei confronti del nostro fedele amico e tutti dobbiamo vigilare”, questo uno degli appelli che questo pomeriggio sono stati lanciati nel corso della passeggiata promossa dall'Oipa e da altre associazioni animaliste per dire “Stop ai bocconi avvelenati”.

 

L'evento ha visto la partenza di un folto gruppo di persone che, assieme ai propri cani, dal quartiere delle Albere sono arrivate in piazza Duomo.

 

“Abbiamo deciso di organizzare questo evento – ha spiegato Ornella Dorigatti, rappresentante dell'Oipa trentina – perché la situazione sta peggiorando sempre di più. Abbiamo voluto chiedere ai rappresentati istituzionali un impegno in prima persona su questa importante tematica”.

 

A prendere parte all'evento il consigliere provinciale del M5S Filippo Degasperi,  l'assessore del comune di Trento, Andrea Robol assieme al capogruppo del Patt Alberto Pattini. Tra le associazioni presenti il parco canile Arcadia di Rovereto, la Lega del Cane, il canile di Trento, l'associazione dei Bovari svizzeri, Zampa Amica, il comitato 'Salviamo gli alberi' di Rovereto, Veterinaria Tridentina e TrentoVet.

''Stop ai bocconi avvelenati'', la manifestazione delle associazioni animaliste a Trento

Tra i problemi sollevati dalle associazioni animaliste presenti alla manifestazione anche il fatto che in numerosi negozi sono liberamente disponibili esce avvelenate. “Vengono messe sugli scaffali – ha spiegato Dorigatti – senza alcuna protezione e spesso anche vicino al mangiare degli animali. L'aumento della diffusione di bocconi avvelenati sta diventando un pericolo anche per i bambini che giocano nei parchi e questa situazione deve essere subito fermata”.

 

L'invito da parte di Oipa ai cittadini è quello “denunciare sempre” quando ci si trova davanti al ritrovamento di un boccone avvelenato perché è “l'unico modo per arginare il problema”.

 

L'appuntamento di oggi “è stata l'occasione – ha spiegato l'Oipa – anche per sensibilizzare i proprietari dei cani a comportamenti civili. Proprio per questo sono state distribuite anche delle bottigliette d'acqua dovrebbero essere usate dai padroni dei cani per pulire la pipì degli animali”.

 

L'evento si è concluso in piazza Duomo con "Artedanza for Oipa" una performance di danza hip hop con allievi dell'associazione Artedanza di Trento. 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 16 settembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
17 settembre - 06:01
La dirigente della Formazione professionale ha detto che questo è il primo anno dei nuovi piani di studio e quindi sono 12 mesi di assestamento. [...]
Cronaca
16 settembre - 20:13
Trovati 26 positivi, nessun decesso nelle ultime 24 ore. Registrate 19 guarigioni. Sono 20 i pazienti in ospedale, di cui 1 ricoverato in [...]
Economia
16 settembre - 20:55
Dopo le parole del rettore Flavio Deflorian ora è stata  spedita al presidente della Provincia di Trento una lettera aperta in cui si [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato