Contenuto sponsorizzato

Tragedia a Trento, è Vito Todaro l'uomo morto questa notte in un incidente motociclistico

Il 48enne è morto sul colpo. Sulla dinamica sono in corso gli accertamenti da parte dei carabinieri 

Pubblicato il - 17 giugno 2018 - 13:44

TRENTO. E' Vito Todaro, l'uomo di 48 anni che è morto questa notte a seguito dell'incidente avvenuto poco dopo la mezzanotte in via Marsala, all'incrocio con via Medici.

 

L'uomo, di professione cuoco e che vive a Trento, ha perso la vita sbattendo con la propria moto contro un albero.

 

Immediatamente sono intervenuti sul posto i soccorsi con un'auto medica e l'ambulanza ma purtroppo l'uomo è deceduto sul posto. L'uomo lascia una bimba piccola e la compagna.

 

La dinamica è ancora tutta da chiarire. Sono intervenuti, per i rilievi, i carabinieri di Trento.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.35 del 11 Dicembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

12 dicembre - 05:01

A sinistra sembra cominciato il gioco più amato di quest'area politica: la tafazziana scissione. Il partito di Boato e Coppola probabilmente conta di sfruttare l'onda lunga dei movimenti ambientalisti in Europa ma proprio nome e simbolo rischiano di renderli poco attrattivi e di legarli a vecchie logiche. Molto dispiaciuto il presidente di Futura: ''Non sarà una lista in più a darci maggiore chance di vittoria''

11 dicembre - 19:46

Il versamento a Fratelli d'Italia è apparso nell'ultima inchiesta fatta dall'Espresso. L'attuale presidente dell'associazione è Sergio Berlato, ex Alleanza Nazionale e eletto in Europarlamento quest'anno con Fratelli d'Italia. L'ex presidente dei cacciatori è stata eletta nel 2018 in Parlamento sempre con il partito della Meloni 

11 dicembre - 16:21

Il sindacato si scaglia contro il disegno di legge sponsorizzato da Fugatti “Ritorsioni della provincia verso i familiari dei condannati”. Qualora la norma fosse approvata la Fiom fa appello al governo nazionale “affinché blocchi questo gravissima e insensata deriva della democrazia”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato