Contenuto sponsorizzato

Trentino Guest Card: boom di spostamenti turistici con il trasporto pubblico locale. Oltre 400 mila nel 2017

A partire da quest'anno, inoltre, in Trentino sarà attivo un sistema di accreditamento per l'affidamento del servizio di vendita dei titoli di viaggio del trasporto pubblico provinciale tramite smartphone e altri dispositivi di telefonia mobile

Pubblicato il - 02 January 2018 - 20:13

TRENTO. Oltre 400.000 spostamenti sono stati effettuati nel 2017 con il trasporto pubblico locale da parte dei turisti che hanno deciso di usufruire della Trentino Guest Card.

La Giunta provinciale ha definito un sistema di limiti all'addebito del costo dei viaggi compiuti dai turisti portatori della card, in modo da creare un sistema virtuoso ed incentivante nei confronti delle APT a diffondere sempre più le card ed a promuoverne l'utilizzo. Il tutto si traduce in una riduzione del 30% (sull'importo di costo dei viaggi effettuati) alle medesime APT che distribuiscono la Guest card e poi remunerano i vettori in sede di rendicontazione annua.

 

"L'estate appena trascorsa - ha spiegato l'assessore Mauro Gilmozzi - ha dimostrato le grandi potenzialità del trasporto pubblico e in particolare della Trentino Guest Card. Laddove abbiamo organizzato il servizio con un cadenzamento frequente, una corsa ogni 30 minuti, sono stati registrati buoni risultati". 

 

Per esempio il servizio bus di linea Fiemme-Fassa, da Cavalese a Penia, in tre anni nel periodo estivo ha visto una crescita di oltre 100.000 passeggeri in più che, ripartiti su 60 giorni di servizio, significano un aumento di 1.600 passeggeri al giorno. Il dato complessivo è quindi di 3.700 passeggeri al giorno, 225.000 nell'intera stagione. Sono 1.500 persone, ovvero tra le 700/800 autovetture al giorno "risparmiate". Di questi oltre la metà erano in possesso della Trentino Guest Card.

 

A partire da quest'anno, inoltre, in Trentino sarà attivo un sistema di accreditamento per l'affidamento del servizio di vendita dei titoli di viaggio del trasporto pubblico provinciale tramite smartphone e altri dispositivi di telefonia mobile. Le imprese di trasporto esercenti servizi di linea provinciali saranno autorizzate ad effettuare il servizio di vendita, oltre che in via diretta, anche avvalendosi di soggetti terzi secondo un protocollo che i fornitori saranno tenuti ad accettare in convenzione con i gestori del servizi di trasporto pubblico.

 

Si potrà in tal modo ampliare il panorama dei soggetti che gestiscono la vendita di biglietti online e che potranno aggiungersi all'attuale gestore dell'applicazione Open Move che già oggi consente l'acquisto di biglietti per bus corriere e treni validi sul trasporto pubblico provinciale.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 21 maggio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
21 maggio - 20:40
La 65enne è stata trovata nell'acqua da alcuni passanti, immediato l'allarme e l'avvio della manovre salvavita ma purtroppo per Liviana Ierta [...]
Cronaca
21 maggio - 21:28
Le fiamme partite da un quadro elettrico. Decine e decine i vigili del fuoco intervenuti per evitare che l'incendio potesse interessare altre parti [...]
Cronaca
21 maggio - 16:43
Erano circa 200 gli operatori di Dolomiti Ambiente impegnati in questi giorni nelle operazioni di pulizia per il post-concerto di Vasco Rossi, il [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato