Contenuto sponsorizzato

Trento, controlli antidroga nei parchi cittadini. Tra i fermati anche minorenni

Nel corso dei controlli, grazie all'ausilio delle unità cinofile, sono stati rinvenuti più di 60 grammi di sostanza stupefacente. Sono 15 le persone, dai 15 ai 37 anni, fermate e segnalate all'Autorità 

Pubblicato il - 07 giugno 2018 - 12:33

TRENTO. Ci sono anche minorenni tra le persone fermate ieri dai Carabinieri di Trento durante un servizio di controllo nei principali parchi cittadini perché assuntori di sostanze stupefacenti.

L'operazione si è svolta nel pomeriggio di ieri ed ha visto impegnati in totale 16 carabinieri, assieme al personale del Nucleo Cinofili di Laives e dalla relativa unità antidroga. Sono stati controllati i principali parchi cittadini: parco San Marco, parco della Predara e per finire piazza Dante.

 

Nel corso dei controlli, grazie all'ausilio delle unità cinofile, sono stati rinvenuti più di 60 grammi di sostanza stupefacente tra hashish e marijuana occultati nelle siepi dei parchi.

Sono stati inoltre sottoposti a controllo da parte dell’Arma dei Carabinieri una moltitudine di persone, quindici delle quali sono risultate essere assuntori di sostanze stupefacenti. Le quindici persone, tutte tra i 15 e i 37 anni sono state identificate e segnalate alla competente Autorità Amministrativa.

 

I quantitativi di sostanze stupefacenti rinvenute nella disponibilità degli assuntori ammontano complessivamente a 15 grammi di hashish, 1 grammo di cocaina e 20 grammi di marijuana.

Al termine del servizio, i minori sono stati affidati ai rispettivi genitori e si è proceduto agli adempimenti di rito in materia di sostanze stupefacenti.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.47 del 13 Dicembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

13 dicembre - 18:58

Per Cgil, Cisl e Uil il ridimensionamento del bilancio di Agenzia del Lavoro si tradurrà in un contenimento della spesa per la formazione e la riqualificazione professionale, blocco agli incentivi alle assunzioni stabili per i disoccupati deboli, azzeramento della staffetta occupazionale, stop al reddito di attivazione. Il tutto mentre si investono 8 milioni in strategie di welfare che saranno superate dal governo nazionale

13 dicembre - 19:15

La specie in provincia è diffusa soprattutto in Valsugana. La Fem: ''E' molto resistente perché capace di creare delle nicchie ad altitudini sensibilmente maggiori rispetto alla zanzara tigre. L'estate scorsa abbiamo rilevato un caso davvero particolare, seppure isolato: la presenza di una colonia addirittura ad una altitudine di 1.500 metri''

13 dicembre - 17:52

Il gatto pare sia di casa Rifugio Predaia e dopo che gli escursionisti che lo hanno incontrato hanno postato delle foto su Facebook, in breve tempo, la storia di “Scòdega” è diventata virale

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato