Contenuto sponsorizzato

Controlli in Santa Maria e Piazza Dante, dieci ragazzi trovati con sostanze stupefacenti. Tre arresti

Nove trentini sono stati segnalati, un tunisino arrestato perché aveva con sé 80 grammi di varie sostanze, un domenicano e un 19enne trentino non stavano rispettando il regime restrittivo dei domiciliari 

Pubblicato il - 06 luglio 2018 - 11:16

TRENTO. Nove giovani trentini segnalati per detenzione di stupefacenti, un diciassettenne tunisino collocato presso una comunità perché trovato in possesso di circa 80 grammi di sostanza stupefacente, due ragazzi, un 23enne domenicano e un 19enne trentino beccati mentre sarebbero dovuti essere ai domiciliari. Ieri i carabinieri di Trento hanno eseguito una serie di controlli tra Piazza Santa Maria Maggiore e Piazza Dante.

 

Un totale di 12 militari, assistiti da personale del nucleo carabinieri cinofili di Laives e dalla relativa unità antidroga, in servizio coordinato, sono riusciti a controllare e segnalare alla locale autorità amministrativa 9 ragazzi trentini, trovati in possesso di plurime dosi di sostanze stupefacenti e poi hanno proceduto a tre arresti: il primo in esecuzione di provvedimento restrittivo emesso dal Tribunale per i Minorenni di Trento ha riguardato un diciassettenne tunisino, ritenuto responsabile, in concorso con altre persone, arrestate nell’ambito dell’operazione Portela del mese di maggio, di plurimi episodi di smercio e di detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio. E complessivamente, nell’arco dell’attività d’indagine, lo stesso è stato trovato in possesso di circa 80 grammi di sostanza stupefacente, di vario genere. Rintracciato nel centro urbano, è stato collocato presso una comunità in quanto minorenne.

 

I carabinieri hanno quindi provveduto a dare esecuzione a un provvedimento restrittivo emesso dal Tribunale di Trento, per S.P.C., 23enne dominicano, già agli arresti domiciliari, che, a seguito di controlli sul rispetto delle prescrizioni impostegli dal regime detentivo, è stato trovato in più circostanze in luoghi non consoni e quindi che non stava rispettando la restrizione il che ha condotto all’inasprimento della misura custodiale e alla sua traduzione in carcere.

 

Infine un 19enne S.C., già tratto in arresto dai carabinieri del Nor della compagnia di Trento giovedì alle 18 sottoposto, a seguito della convalida, alla misura cautelare degli arresti domiciliari, in quanto trovato fuori dalla propria abitazione.

Al termine del servizio le persone tratte in arresto sono state ristrette presso i rispettivi luoghi di detenzione.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 novembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

20 novembre - 05:01

E' un po' presto per tirare le conclusioni. Il percorso verso dicembre è lungo e ci sono audizioni, emendamenti e votazioni in mezzo. Ma la manovra sembra piccola, molto piccola, rispetto alle possibilità e alle capacità del Trentino. Tante scelte e decisioni potrebbero essere rimandate al prossimo assestamento di bilancio

19 novembre - 19:41

Sono una quarantina i soci iscritti alla cooperativa Radio Taxi Trento che operano sul territorio provinciale. "La sicurezza negli anni è diminuita" ha spiegato il presidente Braccia. Al via, intanto, il "Taxi Rosa" per donne e minori che possono usare i mezzi nella fascia notturna con un buono sconto di 5 euro

19 novembre - 20:12

I contesti più critici sono rappresentati dalle frane verificatesi nel fondo valle e dalle valanghe in alta quota, la Pat: “Monitoriamo la situazione”. Rimane chiusa la strada statale 240, che collega Riva del Garda con Torbole, per la possibilità che altri massi si stacchino dal Monte Brione

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato