Contenuto sponsorizzato

Trento, la città abbraccia i suoi vigili del fuoco volontari

Sabato in piazza Duomo l'esposizione dei mezzi e poi la sfilata per le vie del centro 

Pubblicato il - 26 novembre 2018 - 17:11

TRENTO. La città abbraccia i suoi vigili del fuoco sabato prossimo, 1 dicembre, con un'intera giornata di eventi che si terranno in piazza Duomo.

 

Un'occasione importante dove tutti potranno conoscere la professionalità e l'impegno messo in campo dai tanti vigili del fuoco volontari che operano sul territorio senza mai fermarsi. I corpi presenti saranno quelli di Baselga del Bondone, Cadine, Cognola, Gardolo, Mattarello, Meano, Povo, Ravina, Romagnano, Sardagna, Sopramonte, Vigolo Baselga e Villazzano.

 

Sabato a partire dalle ore 10 in piazza Duomo ci sarà l'esposizione dei mezze e gli stand espositivi. Alle 16 si terrà invece la tradizionale sfilata guidata dalla formazione congiunta del corpo bandistico di Mattarello, quello musicale di Gardolo e dei vigili del fuoco in uniforme storica e in servizio.

 

Alle 16.30 l'evento “In buone mani” con i vigili del fuoco che attraverseranno le vie del centro storico e infine alle 17, sempre in piazza Duomo ci sarà la cerimonia ufficiale.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 29 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

31 ottobre - 04:01

Una ricerca dell'Ispi, l'Istituto per gli studi di politica internazionale prova a valutare dati alla mano l'ipotesi dell'isolamento per fasce d'età. Secondo una proiezione, imponendo un lockdown ai soli over 80 la mortalità da Covid verrebbe dimezzata, mentre l'isolamento per gli over 60 diminuirebbe di 10 volte la letalità del virus. Le criticità però non mancano

31 ottobre - 08:12

Il 46enne, originario di Torino, si è lanciato dai monti Lessini. A dare l'allarme gli amici che non hanno più avuto sue notizie 

30 ottobre - 23:08

Due provvedimenti drastici, motivati da una vicenda esclusivamente aziendale, legata – da quanto s’apprende esclusivamente dai due enologi messi alla porta -  alla gestione delle uve destinate a divenire vini di qualità operata nelle ultime vendemmie dai due tecnici ora al centro della diatriba

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato