Contenuto sponsorizzato

Trento, tentò di uccidere l'ex compagna con una lametta e dei cocci di vetro, condannato a 6 anni un 40enne

L'aggressione è avvenuto il 4 febbraio scorso a Madonna Bianca 

Pubblicato il - 23 maggio 2018 - 09:21

TRENTO. E' stato condannato a sei anni l'uomo che il 4 febbraio scorso aveva aggredito l'ex compagna nella propria abitazione a Madonna Bianca. La donna era stata sfregiata al volto e ancora oggi porta i segni di quella terribile violenza.

 

L'aggressione, come già detto, era avvenuta la sera del 4 febbraio e la vittima è una donna di origine tunisina.

 

L'allarme era scattato poco dopo mezzanotte. L'uomo, un 41enne tunisino, era entrato in casa e aveva iniziato a colpirla con un oggetto contundente e dei cocci di bottiglia.

 

Dei colpi dai quali la donna avrebbe cercato di difendersi e solo grazie a questo non sono stati fatali.

 

Svegliata dal rumore la figlioletta era uscita dalla stanza e vedendo quello che stava accadendo aveva chiamato aiuto.

 

Un vicino diede immediatamente l'allarme. L'uomo riuscì a fuggire e le forze dell'ordine avviarono immediatamente le ricerche. Sentendosi in trappola il 41enne era tornato a nascondersi nella cantina della palazzina dove viveva la donna. Le forze dell'ordine, dopo una notte di ricerche sono riusciti ad individuarlo e fermarlo per tentato omicidio e lesioni gravissime.

 

L'uomo è stato ora condannato a 6 anni di carcere.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 febbraio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 febbraio - 15:19

Mediocredito Trentino Alto Adige è stata la prima banca in Europa a siglare il nuovo accordo sul Fondo Pan-Europeo di Garanzia, gestito dal Fondo europeo degli investimenti, società del gruppo Banca europea per gli investimenti, per veicolare le risorse europee e dare respiro alla aziende messe in difficoltà dalla crisi innescata dall'emergenza Covid-19

25 febbraio - 11:29

Le attiviste di Nudm chiedono a Fugatti la reintroduzione dei corsi all’educazione nelle relazioni di genere mentre ai sindacati di proclamare uno sciopero generale in vista dell’8 marzo:Sono i fatti che contano, così come contano le donne stuprate, ammazzate e sfruttate dagli uomini”

25 febbraio - 16:17

I militari in casa sono riusciti a trovare 100 grammi di marijuana e 25 di hashish, nascosti in un cassetto del soggiorno, assieme a due bilancini di precisione
 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato