Contenuto sponsorizzato

Un ordigno in centro, attentato fallito a Rovereto

L'ordigno è stato scoperto intorno alle 6.40, quando un vigile urbano e un operatore del soccorso Aci Simonetti intenti a rimuovere le auto lasciate in sosta nella zona riservata al mercato. Sulla vetrina dell'Adecco la scritta "Buon primo maggio sfruttatori. No Tap"

Pubblicato il - 01 maggio 2018 - 13:27

ROVERETO. Un attentato fallito. A Rovereto sarebbero stati trovati due grossi petardi collegati a un cilindro metallico attaccati alla vetrina dell'agenzia interinale Adecco in via Negrelli e la scritta "Buon primo maggio sfruttatori. No Tap".

 

L'ordigno è stato scoperto intorno alle 6.40, quando un vigile urbano e un operatore del soccorso Aci Simonini intenti a rimuovere le auto lasciate in sosta nella zona riservata al mercato.

Immediato l'allarme e sul posto si sono portati i carabinieri di Rovereto, che hanno avviato le indagini del caso e stanno analizzando il materiale trovato, e gli artificieri di Bolzano, i quali hanno "disarticolato" l'ordigno. 

 

Secondo le prime informazioni, la matrice di questo gesto sarebbe riconducibile alla componente "antagonista": la scritta comparsa sulla vetrina fa riferimento alla Tap, cioè la Trans-Adriatic Pipeline, il progetto di un nuovo gasdotto che connetterà Italia e Grecia attraverso l'Albania.

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 17 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

18 settembre - 05:01

Intervista al candidato sindaco per Trento di Onda Civica. La prospettiva è opposta al solito, non ''qual è il problema e cosa farai'' ma ''come sarà la città dopo 5 anni con te sindaco?''. Dal DolmitiPride, all'economia, dalla crescita della popolazione alla sicurezza e all'università otto domande per otto candidati per capire cosa ci aspetta votando l'uno o l'altra

17 settembre - 20:40

Il controllo sulla capienza degli autobus spetta all’autista ma per alcuni di loro è impossibile assicurare il rispetto delle norme, e molti utenti sono preoccupati. La replica di Trentino Trasporti: “Abbiamo svolto delle verifiche a tappeto senza che emergessero irregolarità, potrebbe trattarsi di un’errata percezione che non corrisponde alla situazione reale dei numeri”

17 settembre - 19:29

L'allerta è scattata intorno alle 15 di oggi, giovedì 17 settembre, quando alcuni cittadini hanno segnalato che in via Torre Vanga all'altezza di piazza Dante un uomo era completamente fuori controllo: aveva già spostato alcuni tombini per poi creare pericolo alla circolazione, così come alle persone presenti in piazza

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato