Contenuto sponsorizzato

Un'esplosione e poi le fiamme alte diversi metri. Un camper distrutto dal fuoco

Sul posto si sono portati i vigili del fuoco volontari di Borgo Valsugana e i carabinieri. Tra le ipotesi lo scoppio di una bombola di gas 

Pubblicato il - 13 marzo 2018 - 09:18

BORGO VALSUGANA. Sono bastati pochi minuti perché ieri sera le fiamme avvolgessero un camper che si trovava in un parcheggio in zona cimitero a Borgo. L'allarme è stato dato poco prima delle 21 e sul posto si sono portate immediatamente i vigili del fuoco volontari di Borgo Valsugana assieme ad una pattuglia dei carabinieri.

L'intervento dei vigili è stato molto delicato perchè all'interno del mezzo, avvolto ormai da fiamme alte qualche metro, si trovavano delle bombole di gas. Secondo una prima ricostruzione la causa dell'incendio potrebbe essere stata proprio una bombola. Alcune testimoni, infatti, hanno riferito di aver sentito un paio di colpi e successivamente un boato.

 

Il mezzo, purtroppo, è andato interamente distrutto e un altro camper che si trovava accanto è rimasto danneggiato. Per fortuna al momento dello scoppio all'interno del camper e nelle vicinanze non erano presenti persone. Sull'origine dell'incendio sono stati avviati degli accertamenti.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 05 marzo 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

03 aprile - 19:42

Le vittime sono 10 donne e 7 uomini. C'è un caso che preoccupa, un minore del Primiero del 2015 ricoverato a Belluno. Sono 296 i pazienti ricoverati senza ventilazione, 47 in ventilazione semi-invasiva e 80 in ventilazione invasiva. Sono invece 9 i guariti e 237 i guariti clinicamente

03 aprile - 19:52

L’osservatorio mercato del lavoro della Ripartizione provinciale altoatesina ha pubblicato i primi dati consolidati sull’andamento del mercato del lavoro per il mese di marzo 2020. Ad avere risentito maggiormente delle misure di contenimento è stato il settore turistico, che ha dovuto bloccare tutti i servizi dedicati all'alloggio e ristorazione

03 aprile - 15:09

Dopo il video che mostra una persona ammainare la bandiera dell’Ue i consiglieri di Futura prendono le distanze da Fugatti e stigmatizzano il linguaggio antieuropeista “un gesto che non ci rappresenta”. Ghezzi e Coppola attaccano anche sulla gestione dell'emergenza: “Il Trentino sconta anche gli errori dei responsabili politici che nella prima fase hanno sottovalutato il problema”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato