Contenuto sponsorizzato

Va a fuoco una ruota della corriera, l'autista scende e doma le fiamme. Poi offre la colazione ai pompieri

E' successo questa mattina alle 5.45 in località Conca d'Oro a un mezzo con passeggeri a bordo, diretto verso Malcesine

Pubblicato il - 15 agosto 2018 - 15:46

RIVA DEL GARDA. Ha visto del fuoco uscire dalla ruota posteriore e così è sceso dal mezzo, ha preso l'estintore ed è corso a spegnere l'incendio. Ha dimostrato riflessi pronti e grande preparazione l'autista di un pullman che questa mattina, intorno alle 5.45, si trovava in località Conca d'Oro a Torbole. Infatti all'arrivo dei vigili del fuoco le operazioni di spegnimento delle fiamme erano già state concluse. 

 

I pompieri di Riva del Garda, comunque, hanno raggiunto il mezzo in tempi rapidissimi e hanno notato che la corriera di linea diretta verso Malcesine era ferma in mezzo alla strada. L'autista, come detto, aveva già scongiurato il peggio. Viste le fiamme uscire dalla ruota ha scaricato sull'incendio l'estintore in dotazione al mezzo evitando che si propagasse alla corriera che aveva dei viaggiatori a bordo.

 

Dopo un'attenta verifica sulla fattibilità dell'operazione il mezzo è stato rimesso in moto e, scortandolo con l'autobotte, è stato portato a lenta velocità all'autostazione di Riva del Garda. Qui è stato raffreddato nuovamente in attesa della riparazione.

 

L'autista del mezzo, che da subito si è detto dispiaciuto di aver svegliato una intera squadra di vigili del fuoco alle prime luci dell'alba di una giornata festiva, ha insistito per offrire, di tasca propria, la colazione in una pasticceria locale a tutta la squadra di vigili del fuoco intervenuti.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 25 maggio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 maggio - 18:16

Il presidente ha spiegato perché ritiene congruo il premio per chi si è battuto in prima linea nonostante 13 milioni arrivino dallo Stato e 20 siano stati tagliati anche al personale sanitario. ''Se si sono fatte 300 ore in prima linea un infermiere può ottenere 1.500 euro netti in busta paga. Se questo è umiliante, come hanno detto i sindacati, io non lo so. Non credo''

26 maggio - 18:16

Il presidente ha spiegato perché ritiene congruo il premio per chi si è battuto in prima linea nonostante 13 milioni arrivino dallo Stato e 20 siano stati tagliati anche al personale sanitario. ''Se si sono fatte 300 ore in prima linea un infermiere può ottenere 1.500 euro netti in busta paga. Se questo è umiliante, come hanno detto i sindacati, io non lo so. Non credo''

26 maggio - 13:07

Quando aveva 12 anni Ibrahim Songne è arrivato dal Burkina Faso a Trento. Qui ha studiato all'Enaip e dopo aver lavorato in un panificio-pasticceria ha deciso di realizzare il suo sogno di aprire un proprio locale. Nel 2018 in via Cavour a Trento apre "Ibris''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato