Contenuto sponsorizzato

Va per funghi ma scivola per alcuni metri, salvato dal Soccorso alpino

Operazione complessa per gli uomini del Soccorso alpino, che hanno recuperato il ferito in un luogo impervio e scosceso. I soccorritori hanno trasportato la barella per un tratto di percorso per raggiungere l'elicottero. Il ferito all'ospedale Santa Chiara

Pubblicato il - 14 luglio 2018 - 12:13

CANAL SAN BOVO. Un uomo intento a andar per funghi è stato recuperato e salvato dal Soccorso alpino nella tarda mattinata di oggi.

 

E' successo intorno alle 7.30, un settantenne di Ravenna stava andando per funghi tra Ronco e Canal San Bovo sul Vanoi, quando lungo il percorso della strada del Fen è scivolato e si è ferito.

 

Immediato l'allarme e sul posto è subito intervenuto il Soccorso alpino dell'area operativa Trentino Orientale tramite le squadre di terra.

 

Un'operazione di recupero che si è rivelata particolarmente complessa in quanto il ferito era caduto in luogo impervio e scosceso.

 

Dopo che i soccorritori hanno raggiunto il settantenne, il personale ha stabilizzato e imbarellato il ravennate.

 

Il soccorso alpino è quindi sceso a piedi prima lungo un traverso per poi far calare la barella per una sessantina di metri.

 

Una volta raggiunta una zona più aperta, è stato possibile far intervenire l’elicottero che ha caricato a bordo l’infortunato e lo ha trasportato all’ospedale Santa Chiara di Trento. L’operazione si è conclusa intorno alle 10.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 16 novembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

18 novembre - 12:56

La neve caduta in grandi quantità e appesantita anche da pioggia e temperature in risalita è instabile in molte zone. I tecnici: ''Al di sopra dei 2200 m circa gli abbondanti accumuli di neve ventata degli ultimi giorni sono instabili. Queste possono distaccarsi già in seguito al passaggio di un singolo appassionato di sport invernali e, a livello isolato, raggiungere grandi dimensioni''

18 novembre - 17:33

I danni da masse nevose a causa della nebbia non sono ancora del tutto visibili, ma si teme che si siano verificati grossi danni. I geologi provinciale hanno riferito di frane in val Pusteria, val Badia, valle Isarco e Bassa Atesina

18 novembre - 16:31

Il personale di Veneto strada sta monitorando il territorio colpito da diversi smottamenti. Anche la frana di Schiucaz è seguito in tempo costante dopo gli smottamenti avvenuti nelle ultime ore 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato