Contenuto sponsorizzato

Viene attaccato da uno sciame di vespe, elitrasportato in codice rosso in ospedale

Un operaio era al lavoro lungo la ciclabile a Fucine di Peio con il decespugliatore quando deve aver colpito un nido di vespe che hanno cominciato a pungerlo

Pubblicato il - 01 agosto 2018 - 17:57

PEIO. E' stato attaccato da uno sciame di vespe venendo punto molte volte e rischiando davvero grosso. E' successo questo pomeriggio poco prima delle 17 a un uomo che stava lavorando con il decespugliatore lungo la ciclabile della Val di Sole nel tratto che da Fucine risale verso Cogolo.  

 

A Fucine, infatti, si ha il crocevia tra la Valle di Sole e la Valle di Peio e la pista ciclabile una volta superato l’abitato di Fucine prosegue in direzione nord ovest per inoltrarsi nella valle di Peio in un primo tratto semipianeggiante fino alla località Forno di Novale e in seguito in salita verso Cogolo. Proprio all'altezza degli ultimi edifici di Fucine era al lavoro un operaio che stava cercando di sistemare cespugli e piante sporgenti lungo la ciclabile. 

 

Probabilmente proprio con il decespugliatore ha colpito inavvertitamente un nido di vespe che lo hanno attaccato. Sul posto sono stati chiamati i sanitari e i vigili del fuoco di Peio per dare supporto all'elisoccorso. L'uomo è stato, quindi, caricato sull'elicottero e portato all'ospedale di Cles in codice rosso.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

23 settembre - 01:29

Se il Pd è il primo partito, la lista di Ianeselli è il secondo nel blocco del centrosinistra autonomista a quota 7,94%, tallonato dal Patt e poi da Futura. Nel centrodestra fa due consiglieri Fratelli d'Italia e tre la lista Trento Unita Merler Sindaco. La Lega piazza 5 esponenti

22 settembre - 20:12

Sono 13 le persone che ricorrono alle cure del sistema sanitario, nessun paziente si trova in terapia intensiva ma 5 cittadini sono in alta intensità. Sono 5.355 i guariti da inizio emergenza e 558 gli attuali positivi

22 settembre - 18:37

Al terzo posto Marcello Carli, deludente per l'impegno profuso in campagna elettorale ma fermatosi di poco sopra il 5%. Un dato, comunque che doppia il Movimento 5 Stelle di Carmen Martini, intorno al 2,5% (cinque anni fa l'M5S aveva ottenuto l'8%) e anche Onda Civica di Filippo Degasperi che supera di poco gli ex colleghi di partito

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato