Contenuto sponsorizzato

Voleva battere un record di profondità, ancora disperso un sub nel Garda. Le ricerche proseguono senza sosta

Partito dalla spiaggia del campeggio Garda a Limone nella serata di ieri, il sub sembra avesse l'obiettivo di arrivare a una profondità di oltre 300 metri. Al lavoro anche i vigili del fuoco di Riva e il nucleo sommozzatori di Trento

Pubblicato il - 14 ottobre 2018 - 17:34

LIMONE. Stava cercando di battere un record di profondità quando è scomparso. Continuano, imperterrite, le ricerche di un sub polacco disperso nelle acque del Lago di Garda all'altezza di Limone. Dalle 7 di questa mattina sono al lavoro con sub e motovedette il Nucleo sommozzatori di Trento, la Guardia Costiera oltre ai vigili del fuoco di Riva e la squadra nautica della polizia di Salò.

 

 

E' operativo anche l'elicottero fatto giungere da Varese per perlustrare le acque del lago dall'alto ma dell'uomo non c'è ancora traccia. 

 

Partito dalla spiaggia del campeggio Garda a Limone nella serata di ieri, il sub sembra avesse l'obiettivo di arrivare a una profondità di oltre 300 metri con uno scooter subacqueoDa quel momento non ha più fatto ritorno e già dalla notte scorsa sono in corso le ricerche. Un anno fa sempre un sub polacco, Waclaw Lejko, era morto mentre cercava di compiere un record al largo del porto di Tremosine non distante dal punto dove si è immerso ieri sera l'uomo scomparso.

 

 

 

 

I vigili del fuoco volontari di Riva del Garda sono impegnati nell'assistenza del nucleo sommozzatori che sta scandagliando i fondali

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 29 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

31 ottobre - 04:01

Una ricerca dell'Ispi, l'Istituto per gli studi di politica internazionale prova a valutare dati alla mano l'ipotesi dell'isolamento per fasce d'età. Secondo una proiezione, imponendo un lockdown ai soli over 80 la mortalità da Covid verrebbe dimezzata, mentre l'isolamento per gli over 60 diminuirebbe di 10 volte la letalità del virus. Le criticità però non mancano

30 ottobre - 20:13

Ci sono 127 persone nelle strutture ospedaliere di Trento e Rovereto, 9 pazienti si trovano nel reparto di terapia intensiva e 12 in alta intensità. Nelle ultime 24 ore sono stati trovati 222 positivi a fronte dell'analisi di 2.861 tamponi molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 7,6%

30 ottobre - 18:15

La misura introdotta per evitare assembramenti: l’1 e il 2 novembre i cimiteri di tutto il Trentino rimarranno chiusi. Fugatti: “L’azienda sanitaria ci segnala un rischio aumento dei contagi sugli anziani, una settimana dopo le feste di Ognissanti”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato