Contenuto sponsorizzato

Addio al cineasta trentino Francesco Dal Bosco. Un male incurabile lo ha portato via all'età di 63 anni

Appassionato di cinema (oltre a farlo ne scriverà e tanto, per esempio con il libro intervista a Dario Argento ''Nuovo Cinema Inferno'') regista, sceneggiatore e produttore cinematografico è morto questa mattina a Trento

Pubblicato il - 09 gennaio 2019 - 18:06

TRENTO. E' stato senza dubbio uno dei più importanti cineasti trentini di sempre. Appassionato di cinema (oltre a farlo ne scriverà e tanto, per esempio con il libro intervista a Dario Argento ''Nuovo Cinema Inferno'') regista, sceneggiatore e produttore cinematografico Francesco Dal Bosco è morto questa mattina a Trento, stroncato da un male incurabile, all'età di 63 anni

 

Protagonista della scena artistica italiana dal 1976 al 1983, in coppia con Fabrizio Varesco, è tra i protagonisti della scena teatrale d’avanguardia italiana, realizzando numerosi spettacoli in teatri e gallerie d’arte in Italia e in Europa (tra gli altri: Beat 72, Galleria Nazionale d’Arte Moderna, Palazzo delle Esposizioni a Roma; Out-Of, Accademia di Brera, Castello Sforzesco a Milano; Institute of Contemporary Art, Londra).

 

Nel 1982 gira in tre giorni a Bologna il lungometraggio “La notte che vola”, presentato ai Festival di Salsomaggiore e Rotterdam. Questo film vince il premio miglior film di ricerca al festival Filmaker di Milano e viene proiettato alla Cinèmathéque francais. Nel 1991 dirige in coppia con Stefano Consiglio “La camera da letto”, un film di nove ore che vede Attilio Bertolucci leggere integralmente il suo poema omonimo davanti alla cinepresa. Il film viene proiettato al Festival di Venezia nel 1992 in quattro serate e viene mandato in onda da “Fuori Orario”, su RAI3, in una trasmissione non stop che dura una notte intera.

 

Nel 1993 dirige il video “Francis Bacon”, trasmesso da RAI1 e pubblicato in VHS da Electa. Del 1994 dirige il video “23 songs from the home” presentato al Festival di Venezia e all’Istituto di Cultura di Toronto (Canada) nello stesso anno. Pubblica con Daniele Costantini nel 1995, per Pratiche Editrice, il libro- intervista “Nuovo Cinema inferno”, sul cinema di Dario Argento. Nel 2001 è al Festival di Berlino, Edimburgo, Brisbane, Singapore, Manila con il lungometraggio “Commesso Viaggiatore”, interpretato da Claudio Bigagli e Maddalena Crippa.

 

Del 2003 firma il documentario “Jackson Song”, video ufficiale della mostra di Jackson Pollock al Museo Correr di Venezia dello stesso anno. Nel 2006, presenta al Festival di Pesaro il video “Niente è vero Tutto è Permesso”. Nel 2008 realizza a Roma il film “Apocalisse”, presentato al Religion Today Festival di Trento e al Cinespi di Louvain La Neuve, in Belgio. Nel 2012 firma con Stefano Consiglio il documentario “Il Centro”, prodotto con la BiBi Film di Roma e RAI3. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 settembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

23 settembre - 12:15

La Uil invita quindi il vescovo Lauro Tisi a valutare la possibile di cedere quel patrimonio che la curia non intende più utilizzare. Alotti: "Sarebbe un'ottima scelta dal punto di vista ambientale e sociale. Una soluzione per interrompere il consumo di suolo, incentivare i lavori di edilizia pubblica, le ristrutturazioni, e aumentare in modo rilevante l’offerta di alloggi"

23 settembre - 11:53

Ovunque si organizzano comitati intimoriti dall'arrivo della nuova tecnologia (anche a Dro dove sono state raccolte oltre 400 firme) e dal fatto che verranno installate nuove antenne per supportarla convinti che ciò aumenterà l'inquinamento elettromagnetico. In realtà è proprio il contrario. Ce lo spiegava l'ex direttore del nodo italiano degli Eit, Roberto Saracco, e ora lo spiega anche la principale associazione a tutela dei consumatori

23 settembre - 06:01

A Castello Tesino, venerdì sera, i tre sindaci della zona hanno organizzato una conferenza (molto partecipata a dimostrazione del fatto che la gente vuole essere informata) sul lupo ma non hanno avuto il supporto di nessun tecnico o assessore provinciale e, inconsapevolmente, hanno riportato anche alcune cose assurde (come che nella zona gli esemplari sarebbero ibridi, falsità totale) e alla fine la figura migliore l'ha fatta l'ex assessore Dallapiccola, presente in sala, che almeno ha portato la sua esperienza

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato