Contenuto sponsorizzato

Ambulante schiacciato dal suo furgone. Perde la vita un 66enne che stava andando al lavoro

Il terribile incidente è avvenuto a Borso del Grappa. L'uomo, Dario Gasparin, stava caricando il suo mezzo per poi andare a vendere formaggi e prodotti alimentari 

Pubblicato il - 13 novembre 2019 - 13:17

BORSO DEL GRAPPA. Si chiamava Dario Gasparin. E' lui la vittima del terribile incidente mortale avvenuto ieri mattina a Borso del Grappa: schiacciato dal suo furgone di generi alimentari parcheggiato in leggera salita fuori dalla sua abitazione. L'uomo, un ambulante di 66 anni, era appena uscito di casa e stava terminando di caricare il suo furgone con i vari formaggi che poi vendeva nei mercati. Doveva recarsi in un vicino paese del vicentino per fare il suo lavoro quando il mezzo si è mosso.

 

Forse un guasto meccanico, forse il freno a mano che non ha tenuto. Sta di fatto che il furgone si è messo in movimento travolgendolo e schiacciandolo contro un muretto. A dare l'allarme è stata la moglie che lo ha trovato esanime incastrato tra il cassone del mezzo e il muro. Sul posto sono arrivati i medici del Suem di Crespano ma al loro arrivo non c'era più niente da fare. Gasparin era senza vita, morto sul colpo per le gravissimi lesioni riportate dall'incidente.

 

Sul posto sono arrivati anche i carabinieri di Pieve del Grappa per le indagini e per appurare la dinamica dell'accaduto. Lascia la moglie e il figlio oltre che una comunità intera che lo conosceva e lo stimava come gran lavoratore. Una tragedia simile a quella avvenuto poche settimana fa a Malcesine a un corriere della Bartolini trasporti (QUI ARTICOLO). Anche in quel caso il furgone era stato parcheggiato in leggera salita e il movimento del mezzo non ha lasciato scampo all'uomo 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 07 dicembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

09 dicembre - 12:52

L'usanza di rincorrersi tra "demoni" e "provocatori" è radicata nella tradizione. I Krampus accompagnano San Nicolò, lo scortano mentre dona dolci ai bambini buoni e si scatenano quando il santo se ne va, venendo poi "inghiottiti dalle tenebre". La violenza è parte dunque del rituale, e al di là di come la si consideri, il segreto per non rimanerne vittima è solo uno: tenersene lontani 

09 dicembre - 13:08

L'Ente Nazionale Protezione Animali chiede ai primi cittadini delle ordinanze. Già il Consiglio comunale di Rovereto ha scelto di mettere dine ai fuochi d'artificio

09 dicembre - 05:01

C'è anche nel masterplan di sviluppo del Bondone ''Necessario tenere in considerazione gli importanti cambiamenti climatici in atto e valutare quindi con attenzione la necessità di anticipare un cambio di prospettiva dell’offerta turistica", ma la discussione politica non sembra ancora cominciata

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato