Contenuto sponsorizzato

Dal nuovo parco di Povo al nuovo tratto di strada a Gardolo. Pronti quasi 1 milione di euro per quattro progetti urbanistici

A Povo un nuovo parco, a Madonna Bianca e a Sardagna nuovi marciapiedi, a Gardolo nuovo tratto di strada: ecco cosa è stato approvato dalla giunta

 

Di Pier Paolo Bonini (Liceo Prati) - 26 giugno 2019 - 11:01

TRENTO. Presto il comune darà il via a quattro progetti urbani approvati dalla giunta con l’obbiettivo di venire incontro alle esigenze dei cittadini, come ha sottolineato l’assessore per le materie pubbliche e bilancio Italo Gilmozzi: “Questi progetti testimoniano il modo di operare a livello di giunta nel cercare di dare risposte puntuali alle diverse circoscrizioni, che posso assicurare sono molto apprezzate dai cittadini

 

Il primo intervento è un parco di 2200 metri quadrati a Povo, tra il rio Salè e l’omonima via, nato dall'esigenza di un nuovo spazio verde per bambini e anziani. La zona verrà rivoluzionata secondo il progetto a cura dell’ingegner Patton. “Il percorso ci ha dato molte soddisfazioni – spiega Patton – c’è stato un interessante confronto con le maestre e i bambini delle scuole elementari, con i quali abbiamo poi condiviso il tipo di utilizzo che verrà fatto”.

 

“La futura area verde sarà dedicata a due fasce d’età, una dai 2 ai 5 anni e una dai 5 ai 12 anni e in più ci sarà una radura per il gioco libero. La prima, posizionata a nord-est è resa sicura da fasce di arbusti bassi che la separano dalla strada pubblica e dal passaggio delle biciclette. La seconda, un po’ più ampia, è limitrofa alla precedente e sempre ben distante dalla strada.– prosegue l’ingegnere – Abbiamo cercato di limitare la presenza di strutture per dare piena possibilità di sperimentazione ai più piccoli. Abbiamo pensato anche agli anziani, a cui è dedicata una zona di passeggio e sosta

 

Il giardino sarà condito da una nota tradizionale legata all'agricoltura data da una zona con vigneto e da superfici pavimentate che richiamano le strade sterrate di campagna. Anche la scelta dei materiali è stata peculiare, dando uno sguardo alla natura.

 

Il costo dei lavori a base d’asta è di circa 166 mila e 400 euro, e il cantiere durerà 180 giorni. Il parco sarà reso disponibile entro la fine dell’estate 2020.

Il secondo intervento riguarda Sardagna e precisamente Via Cesa Vecia, che sarà allargata di 5 metri per consentire il doppio senso di marcia e dotata di marciapiede nel tratto in corrispondenza della zona più urbanizzata, tutto ciò all'altezza del campo sportivo. “Una via importante perché collega il sobborgo al cimitero – ha sottolineato l'assessore Italo Gilmozzi – che è spesso frequentata da molte persone che vanno a trovare i propri cari”. In questo caso la spesa prevista sarà di poco meno di 265 mila euro.

Di un nuovo marciapiede sarà dotata anche via di Madonna Bianca, dopo numerose sollecitazioni da parte dei cittadini, che hanno spesso chiesto la messa in sicurezza del tratto di strada tra i numeri civici 60 e 78 e la Chiesa di San Gaetano. Oltre al tratto pedonale, che sarà lungo 120 metri, verrà realizzata un’isola spartitraffico in corrispondenza dell’attraversamento pedonale esistente a nord. Gli abitanti del quartiere dovranno dunque attendere due mesi per poter usufruire del tratto pedonale, il cui innesto inizierà in autunno.

 

Il quarto e ultimo progetto riguarda il completamento di via Masadori a Spini di Gardolo, una via, secondo Gilmozzi, “di vitale importanza per il sobborgo, perché collega via Vienna e via Monaco” e sarà curato dal Servizio Opere di Urbanizzazione Primaria, come anche il marciapiede di Madonna Bianca. I lavori inizieranno in autunno e saranno utilizzati 400 mila euro per la realizzazione di 200 metri di strada dalla larghezza di circa 18 metri, insieme anche ad un parcheggio e ad una zona verde. Se la giunta comunale approverà, a questa somma saranno aggiunti ulteriori 150 mila euro per il perfezionamento dei lavori. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.21 del 25 Settembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 settembre - 05:01

Piazza Dante tergiversa, approfondisce in attesa di chissà quale illuminazione. La legge è stata licenziata a luglio, il Tar ha accolto i ricorsi di diversi esercizi commerciali a inizio settembre, ma ancora si decide di non decidere

26 settembre - 20:28

La vetta della classifica resta saldamente in mano al Nordest con Bolzano che si conferma prima e Trento al terzo posto. Belluno, invece, si piazza al 32esimo posto, penalizzato quasi in tutte categorie. Brilla, però, con 5 punti su 5, nella categoria Sicurezza e Legalità: un risultato migliore anche rispetto ai due capoluoghi del Trentino - Alto Adige

26 settembre - 21:01
La via sterrata è molto stretta e il conducente della vettura ha accostato per cercare di far passare il furgone. Nella manovra però l'auto è finita nella scarpata. In azione vigili del fuoco di zona e carabinieri 
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato