Contenuto sponsorizzato

Giochi per bambini, un'area verde e una fontana. Dopo vent'anni d'attesa i cittadini del Magnete tornano a sperare, a primavera il via ai lavori per un nuovo parco

I complessi abitativi che sono presenti al Magnete ospitano più di 800 persone. Da due decenni attendono che l'area sia riqualificata e che ci siano spazi di comunità e per di gioco per i bimbi. Il progetto del Comune è stato realizzato assieme alla popolazione. Costerà 300 mila euro

Pubblicato il - 08 settembre 2019 - 09:30

TRENTO. Tanto cemento, il traffico sotto le finestre e la mancanza di servizi e soprattutto la mancanza di adeguato verde dove anche i più piccoli possano giocare. Il Magnete a Trento nord torna a sperare. Sono quasi 20 anni che se ne parla tra progetti, incontri con la popolazione, bonifiche attese e mai avvenute.

 

Ora il Comune di Trento ha annunciato per la primavera l'avvio dei lavori per la realizzazione di un parco per il Magnete. I tremila metri quadrati in via Unterveger ospiteranno giochi per bambini, aiuole, una fontana e una piastra per la pallavolo. Sarà anche completata la ciclabile.

 

Un progetto molto atteso da parte della popolazione che attende un'area di aggregazione. I complessi abitativi che sono presenti al Magnete ospitano più di 800 persone. Strette tra infrastrutture di transito della valle dell'Adige in un contesto prevalentemente direzionale (e quindi abitato solo nelle ore diurne), povero di servizi di quartiere e ulteriormente gravato dal grande vuoto urbano dell'area ex Sloi.

 

Nel corso degli anni, però, in questa area sono arrivate, in maniera sempre più stabile, numerosi cittadini che sono riusciti a creare una discreta coesione sociale grazie anche ad una stabilizzazione della residenza, equilibrata tra alloggi in proprietà, in affitto e pubblici.

 

Il progetto prende avvio dalla scelta di intervenire su queste aree, di circa 3000 metri quadri di verde complessivo, per farne un luogo per il gioco dei bambini e dei giovani, trasformandole quindi da mere superfici residuali derivate dalla costruzione di una strada a spazio di socializzazione e ricco di verde.

 

Il progetto è stato condiviso con la comunità residente, attraverso un percorso di ascolto e confronto. Per queste superfici verdi è stata data priorità al gioco dei bambini. Verrà allestito uno spazio verde centrale e più vicino alla residenza, di circa 1.400 metri quadri, organizzato lasciando la superficie a prato e pavimentando piattaforme circolari in gomma e materiali colorati sulle due estremità: da un lato questi cerchi ospitano giochi per bambini fino agli otto anni (altalene, scivoli, dondoli), dall'altro lato si colloca un gioco combinato adatto anche ai più grandi, e un'area con aiuole e fontana. A collegare le strutture, ci sarà un percorso sinuoso e colorato con inserti circolari più piccoli, che offrono un'ulteriore occasione di gioco libero in movimento.

Alcuni alberi assicureranno l'ombreggiatura nella stagione estiva, soprattutto delle zone gioco e di sosta. Quest'area ospiterà poche panchine tradizionali: prevalgono bassi muretti curvi o rettilinei colorati che possono essere utilizzati nel gioco libero e come sedute e non agevolano la sosta prolungata. Si è infatti prestata attenzione allo svilupparsi di potenziali fenomeni di degrado e di uso non appropriato delle aree: per questo non saranno stati collocati giochi chiusi o vegetazione bassa in modo da non creare aree buie.

 

Nell'area verde adiacente sarà collocata una piastra sportiva per il gioco della pallavolo, pavimentata e recintata. Si prevede che questa struttura resti a disposizione di tutti gli utilizzatori in forma libera, ma il cancello ne permetterà l'eventuale chiusura in orari notturni.

 

Le aree saranno servite da un impianto di irrigazione e un filare di aceri si affiancherà al marciapiede esistente, quale ulteriore filtro verso la strada.

 

Le fasce di verde a nord di via Unterveger consentiranno di completare la realizzazione della ciclabile, della quale è stata posata a cura dei lottizzanti parte della fondazione stradale. La ciclabile si colloca accanto al marciapiede, separata da un'aiuola. Saranno predisposti il sistema di illuminazione e la segnaletica verticale ed orizzontale.

 

Il resto delle aree sarà attrezzato con un'ulteriore alberata stradale in grado di offrire una massa verde tale da compensare e armonizzare le altezze degli edifici circostanti.

Il costo dell'intervento è di circa 300 mila euro. I lavori, della durata di sei mesi, partiranno, come detto, la prossima primavera.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 18 giugno 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Montagna
19 giugno - 13:44
Le immagini arrivano dalla zona del Passo Pordoi, sulle Dolomiti, dove è in fase di costruzione un bacino artificiale per l’innevamento, il [...]
Politica
19 giugno - 13:34
L'introduzione di questo meccanismo porterebbe ogni legge a essere accompagnata da una riflessione approfondita dal punto di vista [...]
Politica
19 giugno - 09:09
I dubbi di Cia sulla commissione interna dell’Apss che dovrebbe far luce sulla scomparsa di Sara Pedri: “Tutto il personale che negli anni ha [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato