Contenuto sponsorizzato

Riqualificazione piazza Mostra, al via i lavori in primavera

Il vuoto urbano di piazza Mostra sta per essere riqualificato grazie ai lavori affidati all'impresa Boccher di Borgo Valsugana. Il costo totale sarà di 1 milione e 300mila euro e prevede la creazione di una piazza-salotto, uno spazio pedonale e una zona adibita a parcheggi, bike sharing e attività commerciali

Di Mattia Sartori - 07 December 2020 - 15:57

TRENTO. Nuova vita per piazza Mostra. Lo spazio antistante al Buonconsiglio sarà oggetto di un processo di riqualificazione volto a togliergli l'etichetta di "vuoto urbano". Il progetto mira ad armonizzare lo spazio, accentuandone i punti di forza e dandogli la possibilità di dialogare con tutte le strutture che lo circondano.

 

L'appalto è stato vinto dall'impresa Boccher di Borgo Valsugana, che ha proposto un ribasso dell'8,863 per cento a fronte di un valore iniziale di 1 milione e 500mila euro. In questo modo le casse comunali dovranno sborsare "solo" 1 milione e 300 mila euro per completare i lavori. Alla gara hanno partecipato dieci imprese, sei delle quali sono state escluse per anomalia.

 

I lavori inizieranno nella primavera 2021 e hanno una durata prevista di un anno e mezzo. Al fine di ridurre al minimo i disagi, dato che si tratta di una zona centrale e molto frequentata, saranno eseguiti in fasi diverse, avendo sempre un dialogo aperto con gli abitanti della zona e le attività circostanti. Il cantiere interesserà dunque in tempi differenziati la strada e le diverse porzioni di piazza, con una tempistica che sarà comunicata nelle prossime settimane.

 

Il risultato finale dovrebbe vedere la piazza completamente trasformata secondo il disegno di Michele Andreatta, architetto vincitore del concorso di progettazione. Le sue tavole delineano tre nuclei: una piazza-salotto, affacciata sul castello, con il sarcofago romano, oggi quasi invisibile, in bella evidenza. Uno spazio pedonale che attraversa via Bernardo Clesio in corrispondenza della porta San Vigilio e arriva, con una rampa del tutto sbarrierata, davanti alla porta San Martino, che dovrebbe diventare il nuovo ingresso del Castello. Infine, il terzo spazio, quello a ovest, con i 21 parcheggi per residenti lungo la strada di accesso, la postazione per il bike sharing, il marciapiede allargato per valorizzare le attività commerciali.

 

In parallelo è previsto anche un intervento su piazza Raffaello Sanzio, in modo da dare continuità e completezza ai lavori. L'opera prevede il ripristino della configurazione esterna originale, l'ampliamento della zona pedonale davanti alla porta est delle scuole e la ripavimentazione con cubetti di porfido in modo da unire la piazza con l'area pedonale di via san Martino. 

 

Per le pavimentazioni si prevede l’utilizzo di pietre locali come il Rosso Trento, il Verdello e il Porfido Trentino. I cordoli delle zone verdi sono stati concepiti come un nastro continuo in pietra, realizzato con blocchi monolitici in pietra massello Rosso Trento. Il progetto prevede il mantenimento delle alberature esistenti. 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 2 agosto 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
02 agosto - 16:45
Sono stati analizzati 421 tamponi tra molecolari e antigenici, trovati 12 positivi. Ci sono 10 persone in ospedale, 1 paziente in terapia [...]
Cronaca
02 agosto - 20:28
Due persone sono state trasportate all'ospedale per accertamenti e approfondimenti. L'incidente è avvenuto sulla strada che collega Andalo e Fai [...]
Cronaca
02 agosto - 19:25
Tra il successo dei Vaxbus in Alto Adige, l'arrivo dei pullman dedicati ai tamponi sul litorale veneto e la campagna di vaccinazioni 'sotto le [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato