Contenuto sponsorizzato

I progetti della Giunta per il 2021: dall'OpenLab del quartiere S.Chiara alla riqualificazione di piazza Mostra

Presentati oggi in conferenza stampa i progetti edilizi che vedranno chiusura o apertura nel corso del 2021. Particolarmente importante la creazione dell'OpenLab del quartiere S.Chiara che dal 2021 al 2024 vedrà la sua conclusione in più fasi intermedie

Di Mattia Sartori - 30 December 2020 - 14:29

TRENTO. Da una parte sta il terreno edificato, dall’altra il modo in cui la gente lo abita. Richard Sennett descrive così la differenza tra ville e cité nel suo libro “Costruire e abitare” ed è in questa direzione vogliamo muoverci nel corso del 2021. Vogliamo rendere Trento una cité a tutti gli effetti concentrandoci su manovre che migliorino il modo di vivere la nostra città”. Così il sindaco Ianeselli ha introdotto oggi in conferenza stampa gli interventi previsti dal Bilancio di Previsione per il 2021.

 

Il prossimo anno sarà infatti particolarmente importante per l’edilizia comunale: non solo chiuderanno alcuni cantieri di lungo corso, ma ne verranno anche aperti alcuni nuovi. In particolare chiuderanno i lavori del Nuovo tempio crematorio monumentale, i primi interventi sull’OpenLab nel quartiere Santa Chiara (restauro chiesa del Redentore e palazzina ex uffici Civica), la riqualificazione del Lido Manazzon e la sala commiato laico al cimitero monumentale. Verranno invece avviati i cantieri di riqualificazione di piazza Mostra e i prossimi interventi sull’area OpenLab (nuovi uffici tecnici comunali e recupero dell’ex mensa lettere), a parte altri interventi minori come la copertura del biciparcheggio dell’area Zuffo.

 

Sono anche state fatte previsioni per il 2022, anno in cui dovrebbero partire i cantieri per la riqualificazione del tessuto connettivo del parco Santa Chiara e l’ampliamento e miglioramento della Blm Group Arena. Inoltre non sono ancora state ufficialmente decise, ma si pensa di avviare nei prossimi anni la creazione di un nuovo centro natatorio alle Ghiaie, la riqualificazione dell’area Atesina e il recupero dell’edificio di Lettere.

 

“Ci tengo a dire che molte di queste opere non sono merito nostro- conclude il sindaco -, ma sono la conclusione di progetti iniziati ben prima che arrivasse la nuova Giunta. Ringrazio quindi chi c’è stato prima di noi per averci lasciato i conti in ordine e il compito di portare a termine così tanti progetti fantastici. Noi faremo del nostro meglio per lasciare la nostra impronta dall’anno prossimo”.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 17 settembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
20 settembre - 06:01
I tagli degli scorsi anni al sistema sanitario sono stati un fallimento con conseguenze drammatiche ed ora questa situazione va a sommarsi alle [...]
Cronaca
19 settembre - 19:38
Trovati 19 positivi, nessun decesso nelle ultime 24 ore. Registrate 17 guarigioni. Sono 16 i pazienti in ospedale, di cui 2 ricoverati in [...]
Montagna
19 settembre - 20:25
I dati tra il 19 giugno e il 16 settembre non sono ancora ufficializzati perché si attende la conclusione della stagione, molti rifugi sono [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato