Contenuto sponsorizzato

E' morto Enzo Erminio Boso, Mirko Bisesti: ''Una dolorosa perdita perché per noi è sempre stato un faro''

Aveva 73 anni ed è stato consigliere provinciale, parlamentare ed eurodeputato. Enzo Erminio Boso ha fondato assieme ad altri la Lega in Trentino. Le condoglianze della Lega alla famiglia. Il segretario Bisesti: "Ad Enzo posso garantire che non molleremo e continueremo a combattere anche per lui"

Pubblicato il - 11 gennaio 2019 - 09:00

TRENTO. L'ex senatore e europarlamentare Enzo Ermio Boso è morto a causa di un malore durante la notte. Politico di lungo corso, è stato uno dei fondatori della Lega Nord in Trentino ed è stato anche senatore nella XI e XII legislatura, dal 1992 al 1996.

 

La sua carriera politica si è svolta anche nelle istituzioni trentine con l'elezione nel 1998 in Consiglio provinciale dove è stato rieletto anche nel 2003.

 

Nel 2004 si è poi candidato alle elezioni europee ottenendo 10 mila preferenze nella circoscrizione nord-orientale sempre per la Lega nord e nel 2008 è stato proclamato europarlamentare subentrando a Gian Paolo Gobbo.

 

Molto attivo sul territorio in molti lo ricordano per le sue battaglie e per l'impegno continuo nella vita della propria comunità e del partito.

 

“Addio Enzo, non dimenticherò mai i tuoi insegnamenti, insegnamenti che rimarranno indelebili nei cuori di tutti coloro che amano e credono nelle battaglie della Lega”, sono queste le parole pronunciate dall'Assessore all'istruzione, cultura e università e Segretario Nazionale della Lega Trentino Mirko Bisesti, molto scosso dopo aver appena saputo della morte improvvisa di Enzo Erminio Boso.

 

“La sua improvvisa scomparsa – ha continuato Bisesti - rappresenta per tutti noi una grave e dolorosa perdita perché per noi è sempre stato un faro. Da lui ho imparato molto perché mi ha accompagnato con i suoi insegnamenti e consigli nel mio percorso di crescita politica. Esprimo da parte di tutta la Lega la più sentita vicinanza alla sua famiglia e ai suoi amici. Ad Enzo posso garantire che non molleremo e continueremo a combattere anche per lui”.

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.15 del 22 Gennaio
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

22 gennaio - 19:45

Il ministro degli Esteri Luigi Di Maio si è dimesso dal ruolo di segretario del M5S a seguito del processo di riforma interno che ha portato all'istituzione dei facilitatori, figure di raccordo tra centrale e locale. Tra questi, in Trentino, il consigliere provinciale Alex Marini. "Grazie a Di Maio, il Paese è diverso anche per il suo lavoro". E il leghista Savoi si lascia andare all'ennesima caduta di stile

22 gennaio - 19:23

Mentre ancora oggi il presidente della Pat dimostra di non aver capito che problemi complessi richiedono soluzioni altrettanto articolate (e, demagogicamente, lega la nascita della Scuola di Medicina al ''dare risposte concrete ad un territorio di montagna come il nostro'') appare evidente che la linea della giunta è stata stralciata completamente e in Veneto si parla di una Padova che ''si fa da parte'' (e apre a Treviso una facoltà da 60 posti)

22 gennaio - 18:42

Al momento del voto le opposizioni sono uscite dall’aula facendo mancare il numero legale: “Ripartiamo daccapo”, Matteotti (M5s): “Dietro a un po’ di verde si nasconde un grande blocco di cemento”. La replica di Zanoni: “Variante coraggiosa, noi vogliamo difendere i valori morali della città che non possono essere schiacciati da nessun potentato di turno”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato