Contenuto sponsorizzato

Era morto precipitando dalla ferrata, ritrovato lo zainetto del ricercatore dell'Università di Trento a 11 mesi di distanza

Il 40enne era scivolato mentre si trovava tra il rifugio Tabaretta e il Payer il 30 settembre. Ci volle molto tempo per identificarlo perché con lui non aveva niente. In questi giorni escursionisti hanno trovato la sua sacca

Di L.P. - 22 August 2019 - 17:57

STELVIO. E' stato trovato da degli escursionisti non lontano dal rifugio Tabaretta. D'altronde proprio sulla ferrata che dal dosso Marlet (a quota 2.556 metri nelle Alpi Retiche di fronte alla parete nord dell'Ortles) conduceva al rifugio Payer (a quota 3.029 metri) era precipitato quel terribile 30 settembre per circa 500 metri nel vuoto perché non si era agganciato al cavo d'acciaio. Un errore fatale, una distrazione pagata a carissimo prezzo, addirittura con la vita (QUI ARTICOLO).

 

Ebbene lo zainetto di Andrey Bogomolov, con all'interno alcuni oggetti e documenti, è stato ritrovato qualche giorno fa alcune centinaia di metri più a valle di dove fu ritrovato il corpo.

 

Una sacca che era scomparsa dopo la morte dell'uomo, un quarantenne nato in Biellorussia, che da poco aveva terminato il suo dottorato e stava facendo il ricercatore all'Università di Trento. Studioso di Eit Digital, a Povo, era una figura molto stimata in ambito accademico e professionale e stava sviluppando degli studi su tecniche di visione artificiale. Poi il terribile incidente il giorno prima della partenza per Budapest dove gli sarebbe stato consegnato il prestigioso titolo di Doctor Europaeus. 

 

Ritrovata la salma per diverse ore gli inquirenti avevano cercato indizi per capire chi potesse essere. Con lui, infatti, non aveva né documenti né oggetti personali. Oggi è chiaro come mai: era tutto contenuto nel suo zainetto che dopo essere stato trovato da degli escursionisti pochi giorni fa è stato portato al rifugio Tabaretta. Da qui è stato affidato è arrivato ai carabinieri di Prato dello Stelvio che ora si stanno adoperando per mettersi in contatto con la famiglia dell'uomo e restituir loro quanto era di sua proprietà. 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 18 giugno 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Montagna
19 giugno - 13:44
Le immagini arrivano dalla zona del Passo Pordoi, sulle Dolomiti, dove è in fase di costruzione un bacino artificiale per l’innevamento, il [...]
Politica
19 giugno - 13:34
L'introduzione di questo meccanismo porterebbe ogni legge a essere accompagnata da una riflessione approfondita dal punto di vista [...]
Politica
19 giugno - 09:09
I dubbi di Cia sulla commissione interna dell’Apss che dovrebbe far luce sulla scomparsa di Sara Pedri: “Tutto il personale che negli anni ha [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato