Contenuto sponsorizzato

Esce di strada, trancia una recinzione e sradica un ulivo. I pompieri intervengono con motosega, mototroncatrice e divaricatore

L'incidente è avvenuto questa mattina intorno alle 5. Un giovane si trovava alla guida dell'auto e stava percorrendo la Gardesana

Pubblicato il - 15 dicembre 2019 - 11:19

ARCO. Ha prima abbattuto la rete metallica, poi si è schiantato contro un ulivo di circa 30 centimetri di diametro sradicandolo e infine ha percorso ancora qualche metro dentro un campo. Poteva andare molto peggio al giovane che si trovava alla guida dell'auto che questa notte è finita fuori strada.

 

Forse un colpo di sonno all'origine dell'incidente avvenuto intorno alle 5 del mattino, sta di fatto che all'improvviso l'auto che stava percorrendo la Gardesana e si trovava in località alle Pergole (poco prima del benzinaio Agip e della località Moletta) è uscita di strada. 

 


 

Come detto ha travolto prima la recinzione del campo e poi ha sradicato un olivo. Difficili le operazioni di recupero del mezzo eseguite dai vigili del fuoco di Dro (intervenuti con due mezzi e 8 pompieri) perché sia pezzi di tronco che di recinzione erano rimaste impigliate nel mezzo rendendo complicate le operazioni di recupero.

 


 


 

I pompieri, quindi, hanno dovuto usare la mototroncatrice per aprire la recinzione metallica e fare, così, spazio anche al recupero del mezzo, e poi la motosega per tagliare i pezzi di olivo ''entrati'' nell'auto. Inoltre è stato necessario usare il divaricatore per aprire il cofano e mettere in sicurezza la macchina. 

 


 

 

 

L'operazione è durata oltre un'ora e mezza mentre il giovane, fortunatamente, non avrebbe riportato gravi conseguenze.


Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 20 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

21 gennaio - 12:08

La normativa trentina impugnata da Roma, nel modificare la legge provinciale 4 del 1998 in particolare per quanto riguarda le modalità e le procedure di assegnazione delle concessioni, secondo il governo “avrebbe ecceduto rispetto alle competenze riconosciute alla Provincia dallo statuto speciale di autonomia” e violato l’articolo 117, primo comma della Costituzione, che impone il rispetto del diritto europeo, e in particolare il principio della libertà di concorrenza 'per' il mercato”

20 gennaio - 21:34

Dopo la distruzione del suo rifugio Pian dei Fiacconi, il gestore Guido Trevisan aveva un'idea precisa: ricostruire in armonia con la natura e l'ambiente circostante. Purtroppo c'è chi sta cercando di portargli via quel sogno. Le parole di Trevisan: "Non considero giusto sfruttare una catastrofe per perseguire interessi personali, molti pensano che sia ora di cambiare direzione e io penso che l'unica via sia quella di adattare le nostre abitudini all'ambiente"

21 gennaio - 11:47

Nell'ultimo bollettino dell'Azienda sanitaria altoatesina, emergono 566 nuovi positivi e 7 decessi. Il bilancio delle vittime in questa seconda fase si attesta così a 537 morti. Crescono i dati dei ricoveri in area medica, dell'indice contagi/tamponi e degli isolamenti domiciliari

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato