Contenuto sponsorizzato

Feste Vigiliane, l'autobus sbadato si infila in centro nonostante il divieto e colpisce ombrelloni e palco

E' avvenuto intorno alle 13.30 in via Calepina. Il mezzo pubblico nonostante dal 21 al 28 non debba transitare in quella zona perché il tracciato è cambiato per le feste ha percorso la solita linea finendo per colpire un ombrellone e il palco per la musica della Magica Notte

Di L.P. - 22 giugno 2019 - 16:03

TRENTO. Non ha considerato gli ordini di servizio, gli annunci sulle fermate, il fatto che la città sta cambiando volto per le Feste Vigiliane. E' salito sull'autobus e, come se non fosse nulla, intorno alle 13.30 si è infilato lungo il solito percorso finendo per danneggiare un ombrellone di uno dei locali del centro e per rimanere imbottigliato tra il palco per la musica e la strada. E tutto sommato è ancora andata bene perché in queste ore fervono i preparativi per la Magica Notte e con il passare dei minuti la situazione sarebbe diventata ancor più complicata. 

 

Sta facendo discutere e non poco il passaggio di un autobus della linea A in pieno centro storico durante i giorni di chiusura al traffico, per la festa della città. Il mezzo pubblico, infatti, nonostante dal 21 al 28 il tracciato che deve compiere sia cambiato, per permettere lo svolgimento dell'evento e non mettere in pericolo turisti e visitatori, ha percorso la solita linea trovandosi però, ad imboccare via Calepina con la strada già occupata, in parte dal palco musicale (sarà quello uno dei punti ''musica'' della Magica Notte che si terrà questa sera fino alle 2 di notte) in parte dagli ombrelloni all'altezza del Bar Fiorentina.

 


 

Lo sbadato autista trovatosi imbottigliato ha provato lo stesso ad andare avanti senza considerare a dovere distanze e spazi finendo per urtare uno degli ombrelloni e per colpire il palco musicale. Come detto, fortunatamente, ancora gli avventori non si sono riversati sulla strada e, grazie anche alla pioggia, la zona non era piena di cittadini e turisti, ma certo l'auspicio è che l'amministrazione riesca a comunicare meglio con il proprio servizio trasporti perché se una sbadataggine del genere l'avesse fatta un privato difficilmente se la sarebbe cavata con una pacca sulla spalla. 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
29 novembre - 18:28
La notizia è di queste ore e rimbalza sui siti e sui giornali svizzeri perché la richiesta era stata avanzata dal Paese Elvetico. Ma analizzati i [...]
Politica
29 novembre - 17:55
''Le quasi 3 mila ecografie, dichiarate da Apss in ritardo sui tempi, di tipo generalistico, potevano essere effettuate dai medici di medicina [...]
Cronaca
29 novembre - 16:44
La presa di posizione di Futura: “L’esperienza del Centro Sociale Bruno non solo non va sgomberata ma al contrario, anche in vista dei prossimi [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato