Contenuto sponsorizzato

I carabinieri mettono in fuga i ladri: caccia all’uomo con i droni nei boschi della Val di Cembra

Le manovre sospette attirano l'attenzione dei carabinieri che bloccano l'auto, ma alla vista dei militari tre uomini si danno alla fuga riuscendo a seminare gli inseguitori. Ad Albiano è caccia ai malviventi che nei giorni scorsi hanno colpito varie abitazioni della zona

Pubblicato il - 11 settembre 2019 - 12:54

ALBIANO. È successo tutto la notte scorsa quando i carabinieri della stazione di Cembra hanno intercettato un'auto ad Albiano. Ad attirare l'attenzione dei militari sono state le manovre sospette eseguite dal conducente del mezzo, che risulterà poi essere stato rubato pochi giorni prima a Cles. 

 

Alla vista delle forze dell'ordine i tre uomini a bordo si sono repentinamente precipitati fuori dal veicolo dandosi alla fuga per i boschi adiacenti l'abitato.

 

Sul posto si sono precipitati anche la squadra radiomobile di Cavalese e i colleghi di Cembra Lisignago, Albiano, Segonzano e Vigo di Fassa, coadiuvati anche dalla popolazione locale, che si è prodigata nel dare man forte ai militari operanti mettendo in campo la conoscenza del territorio.

 

In più sono stati allertati anche i vigili del fuoco di Trento attivatisi in supporto dei militari con un drone provvisto di termo camere che ha scandagliato l'area, senza esiti positivi dal momento che i ladri sono scappati ugualmente. La fitta vegetazione e la scarsa visibilità hanno favorito quest'ultimi che sono riusciti a far perdere le proprie tracce.

 

I carabinieri sospettano che questi tre uomini siano gli stessi che nei giorni scorsi hanno colpito, sottraendo preziosi e oggetti di valore, varie abitazioni della Val di Cembra.

 

In mattinata i militari hanno contattato il proprietario dell’auto rubata che è stato ben felice di vedersela restituire. 

 

"Anche se per ora non è stata possibile la cattura dei malviventi in fuga - fanno sapere i carabinieri - il preventivo spiegamento di forze sul campo ha evitato la consumazione di una serie di furti in abitazione nel centro di Albiano".

 

I militari sottolineano come la collaborazione della cittadinanza risulti di fondamentale importanza per contrastare efficacemente il fenomeno dei reati di natura predatoria.

 

Ad ogni modo il comando provinciale di Trento ha predisposto tutta una serie di specifici servizi per contrastare i gruppi criminali che stanno agendo sul territorio Provinciale.

 

Con importanti sforzi, la compagnia di Cavalese, ha posto in essere quotidiani servizi serali anche in abiti civili finalizzati all’individuazione delle bande che stanno operando sull’intero territorio Provinciale. Nel frattempo continuano le ricerche per assicurare alla giustizia i ladri fuggiti la notte scorsa. 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 17 settembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

18 settembre - 06:01

In Veneto c'è preoccupazione, ma si forniscono i dati e si punta sull'impegno a proseguire e rafforzare le iniziative di prevenzione a tutela del settore zootecnico e di corretta informazione alla popolazione con un approccio finalizzato ad assicurare un supporto diretto al singolo interessato, in stretto raccordo con la Regione del Veneto e le associazioni di categoria

17 settembre - 19:28

Elisa Filippi, renziana doc, oggi ha spiegato di non avere dichiarazioni da fare. Tra i possibili parlamentari pronti a seguire Renzi salta fuori anche il nome della senatrice Conzatti di Forza Italia. Intanto c'è attesa per l'appuntamento di giovedì a Trento con il vicepresidente alla Camera Ettore Rosato (pronto a seguire Renzi)  

17 settembre - 14:15

Dura interrogazione dell'ex assessore del Pd, il quale interviene sulla querelle della rinuncia di 1 milione di euro, anche di provenienza europea, da parte della Provincia a trazione Lega. Le risorse destinate per progetti di integrazione, ora piazza Dante dovrebbe restituire il 60% già anticipato dallo Stato

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato