Contenuto sponsorizzato

La Guardia medica non si presenta e le persone rimangono chiuse fuori dall'ambulatorio. Intervengono i carabinieri

La stessa situazione si è verificata a marzo e anche in quella occasione le persone sono state costrette a chiamare i carabinieri. A muoversi era stata anche l'Azienda sanitaria 

Pubblicato il - 09 luglio 2019 - 08:26

PRIMIERO. E' stato definito un medico fantasma e ora anche recidivo. Ancora problemi al distretto sanitario di Primiero, dopo quelli registrati il 19 marzo di quest'anno quando alcuni utenti avevano trovato le porte chiuse dell’ambulatorio.

 

In quella occasione la guardia medica non si era presentata in servizio senza dare alcun avviso e la vicenda aveva portato l'intervento sia dei carabinieri che dell'Azienda sanitaria. (QUI L'ARTICOLO)

 

L’episodio, però, purtroppo non è rimasto isolato. Il 14 di giugno, infatti, i militari di Primiero San Martino di Castrozza, sono stati nuovamente chiamati da alcuni utenti bisognosi i cure mediche poiché avevano trovato ancora una volta le porte dell’ambulatorio chiuse e la Guardia Medica non era rintracciabile. Lo stesso copione, insomma, di quello che era successo tre mesi prima.

 

I Carabinieri intervenuti sul posto, hanno verificato ancora una volta l’assenza del sanitario, che è stato nuovamente denunciato alla Procura di Trento per interruzione di pubblico servizio.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.34 del 19 Ottobre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

20 ottobre - 19:21

Fototrappolato dal forestale Tommaso Borghetti pochi giorni fa sui Lessini il maschio alfa giunto dalla Slovenia e unitosi alla femmina alfa (li si riconosce perché alzano la zampa entrambi per segnare il territorio GUARDA I VIDEO) nel 2012 spiega come la dispersione sia il segreto del successo di questi animali. ''Uno dei suoi figli nati sulle nostre montagne è stato avvistato in Slovenia. Ha fatto il percorso inverso a lui, mentre una femmina, sempre slovena, è arrivata a Paneveggio''

20 ottobre - 18:50

I sinistri a catena si sono verificati all'altezza dello svincolo che dalla strada che da Dermulo va verso Sanzeno gira per Coredo

20 ottobre - 16:05

L'uomo, un 35enne del Centro Italia, andava spesso in Val Rendena in vacanza. Poi si armava di zainetto e scarpe da trekking e invece che andare per funghi o mirtilli raggiungeva le sue piante di cannabis

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato