Contenuto sponsorizzato

Licenze e patenti false ma non solo, a bordo dei mezzi trovate anche armi. Nei guai diversi camionisti

I controlli sono stati eseguiti dagli agenti del Nucleo Autotrasporto della Polizia Locale di Trento. Da inizio anno diversi sequestri e persone denunciate anche per fatti di rilevanza penale 

Pubblicato il - 11 giugno 2019 - 10:06

TRENTO. Coltelli, bastoni, spray ma anche licenze contraffatte e patenti e revisioni false. Sono molti i casi che si sono trovati davanti gli agenti del Nucleo Autotrasporto della Polizia Locale di Trento nel corso dei controlli avvenuti degli ultimi mesi e che hanno portato multe elevate ma anche sequestri di vario genere.

 

L'ultimo caso, in ordine di tempo, risale allo scorso venerdì 7 giugno, quando il Nucleo ha individuato una licenza Cemt falsa. Si tratta di un'autorizzazione che consente il trasporto internazionale di merci tra gli stati che hanno aderito alla Conferenza europea dei ministri dei trasporti. Questa licenza è rilasciata in modo contingentato e assegnata annualmente ad ogni Stato membro, in originale, secondo criteri fissati dallo Stato in cui l'impresa ha sede. Non è cedibile ed è intestata ad un solo trasportatore che deve coincidere con il soggetto che utilizza il veicolo, è multilaterale (permette trasporti fra i vari Stati membri), accompagna il veicolo a motore, deve trovarsi a bordo in originale dal luogo di carico a quello di scarico e durante i percorsi a vuoto e, a richiesta, va esibita ai funzionari doganali o a qualunque agente del controllo.

 

Il controllo da parte degli agenti è avvenuto lo scorso 7 giugno, alle ore 17.20 in via San Sebastian ed ha riguardato un autoarticolato impegnato nel trasporto internazionale di merci. Durante la verifica dei documenti di circolazione e di trasporto è emerso che la licenza Cemt era presumibilmente contraffatta in quanto non conforme ai modelli conosciuti.

 

Per tale motivo, il documento è stato sequestrato e il conducente, un 51enne, di nazionalità bosniaca, è stato denunciato a piede libero ai sensi dell'articolo 489 del Codice penale per uso di atto falso.

 

Vista la non regolarità del trasporto internazionale, è stato contestato al conducente e all'azienda il trasporto abusivo, che prevede una sanzione pari a 4.130 euro, con contestuale applicazione della sanzione amministrativa accessoria del fermo del veicolo.

 

Come detto è solo l'ultimo caso rilevato dagli agenti della polizia locale. Lo scorso 10 aprile in via Innsbruck un altro conducente è stato denunciato a piede libero per uso di un falso certificato di revisione di un trattore stradale immatricolato in Bulgaria mentre lo scorso 21 marzo, in via Brennero, un altro era stato denunciato a piede libero per uso di falsa patente di guida. Ad inizio anno in via Innsbruck è stato accertato un illecito di natura penale inerente un trasporto internazionale di rifiuti pericolosi con violazione di alcune prescrizioni

 

In tre distinte occasioni sono stati trovati armi o oggetti volti ad offendere a bordo dei veicoli sottoposti a controlli di polizia stradale. E' il caso di un coltello a serramanico, con una lama lunga 11 centimetri circa, di una una bomboletta spray con la dicitura “Military 50003 – Cs-Gas – Teargas – Super Defense” trovata sempre a bordo di un mezzo pesante. Lo scorso 3 aprile è stato inoltre trovato un bastone estensibile flessibile chiaramente utilizzabile per l’offesa di persone. Anche in questi casi tutti i conducenti sono stati denunciati.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 03 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

05 dicembre - 05:01

Il Lockdown, la legge Failoni sulle chiusure domenicali e ora un nuovo Dpcm che blinda il Natale, le attività dei centri commerciali sono messe a dura prova: “Provvedimenti che minano l’equa concorrenza, se noi siamo chiusi la gente affollerà i centri storici. Noi negozianti non siamo il male assoluto”

04 dicembre - 20:57

Sono 462 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 47 pazienti sono in terapia intensiva e 51 in alta intensità. Complessivamente 512 positivi e il rapporto contagi/tamponi si attesta a 8,7%

04 dicembre - 19:39

Spostamenti fra Regioni, supermercati, sport invernali dopo il Dpcm Fugatti firma una nuova ordinanza: “Gli operatori addetti agli impianti, in alternativa alla mascherina chirurgica, potranno utilizzare anche mascherine di stoffa a protezione delle vie respiratorie”. Agli over 70 si raccomanda di evitare i contatti con persone di età inferiore ai 30 anni

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato