Contenuto sponsorizzato

Trento, controlli sul trasporto merci, per un autotrasportatore sospensione della circolazione e 4130 euro di multa

Proseguono i controlli incrociati della guardia di finanza in collaborazione con la polizia locale di Trento, per garantire una leale concorrenza tra autotrasportatori e aumentare la sicurezza stradale. Tre autoarticolati nel mirino, sanzioni per 5076 euro

Di Tiziano Grottolo - 08 agosto 2019 - 10:03

TRENTO. Ieri giornata di controlli congiunti fra la polizia locale di Trento e guardia di finanza, prosegue quindi l'attività di vigilanza sulla circolazione dei mezzi destinati al trasporto di merci e persone, finalizzata ad aumentare la sicurezza stradale e garantire la corretta concorrenza tra autotrasportatori.

 

Gli autoarticolati sanzionati, all’interno dell’area interportuale del Comune di Trento, sono stati tre per un totale di sei contravvenzioni che hanno fruttato complessivamente 5076 euro.

 

Nel caso più grave, un camionista proveniente dalla Turchia, è stato sanzionato con 4130 euro ed è stato disposto il fermo amministrativo del veicolo per tre mesi.

 

A suo carico sono state rilevate gravi carenze tecniche relative agli pneumatici del veicolo tali da non consentire la marcia in sicurezza del mezzo pesante.

 

Questo ha comportato la sospensione dalla circolazione dello stesso e di conseguenza l’applicazione della violazione prevista dall’art. 46 della Legge 298/74 per mancato rispetto del certificato tecnico collegato all’autorizzazione di trasporto Cemt.

 

Nel secondo caso a finire nella rete dei controlli è stato un autotrasportatore italiano che aveva manomesso il sistema ADBlue, un additivo sviluppato per i settori chimico e automobilistico, con alterazione della centralina di controllo delle sostanze inquinanti.

 

L'emulatore in questione è stato rinvenuto dagli agenti all'interno del vano posto a lato dello sterzo occultato all'interno della matassa di fili elettrici e risultava attivo e funzionante.

 

A quel punto gli agenti lo hanno smontato e sequestrato, mentre al conducente venivano elevate le violazioni previste dall'art. 78 e 71 del Codice della strada.

 

Lo stesso conducente, inoltre, non riusciva a produrre idonea documentazione attestante la corretta posizione lavorativa e per questo veniva sanzionato, la sua posizione è ora al vaglio della guardia di finanza per le ipotesi legate alla regolarità del rapporto di lavoro.

 

Infine il terzo veicolo oggetto di controllo veniva sanzionato per irregolarità tecniche e sanzionato ai sensi dell’art. 79 del Codice della Strada.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 17 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

18 settembre - 09:53

I laboratori dell'Azienda sanitaria altoatesina nelle ultime 24 ore hanno effettuato 1.916 tamponi. Sono stati registrati 72 nuovi casi positivi

18 settembre - 10:57

Il botto, causato probabilmente da una fuga di gas ma che potrebbe essere stato causato volontariamente da un inquilino, è avvenuto intorno alle 8. Soccorsi sul posto

18 settembre - 10:40

L’ungulato rimane imprigionato e il suo destino sembra segnato, ma in suo soccorso arriva il veterinario: “Un cervo imbrigliato nella rete non ha speranza, curare le ferite e regalargli nuovamente la vita non ha prezzo”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato