Contenuto sponsorizzato

Maltempo in val di Fassa, esondano diversi torrenti, alberi schiantati e passi chiusi. Escursionisti bloccati in quota

La macchina dei soccorsi del sistema di protezione civile tra polizia locale, ambulanze, vigili del fuoco e soccorso alpino, è in piena attività per mettere in sicurezza e garantire l'incolumità alle persone in diverse aree

Uno dei punti dove si è verificata una frana tra Arabba e il Pordoi
Di Luca Andreazza - 26 luglio 2019 - 17:54

MOENA. Grandi disagi in val di Fassa per il violento temporale che si è abbattuto nel tardo pomeriggio. La macchina dei soccorsi del sistema di protezione civile tra polizia locale, ambulanze, vigili del fuoco soccorso alpino, è in piena attività per mettere in sicurezza e garantire l'incolumità alle persone in diverse aree.

 

In zona Contrin tanti alberi sono caduti a terra a causa delle forti raffiche di vento. Non solo, due torrenti sono esondati e alcuni escursionisti sono rimasti bloccati in quota e, secondo le prime informazioni, avrebbero trovato riparo al rifugio.

 

Apprensione a Moena, il rio Valsorda è straripato in diversi punti. Gli operai e l'escavatore sono già all'opera per fronteggiare l'emergenza e limitare i danni, ma la strada si sta trasformando in un fiume.

Sono anche molte le frane che hanno invaso le arterie lungo i passi tra Trentino e Veneto. Il passo Pordoi è chiuso dal lato Arabba per una colata di materiale detritico. La riapertura è prevista per domani, sabato 27 luglio. 

 

Anche la strada provinciale 24 del passo di Val Parola è chiusa al traffico per frana lato Falzarego e si lavora senza sosta per riaprirla entro questa sera.

A Gardeccia nel comune di Pozza di Fassa si è registrato un incidente tra due auto. Fortunatamente le persone coinvolte nello scontro non sembrano gravi, anche se sono stati trasportati all'ospedale per accertamenti e approfondimenti. 

Il sistema di allerta della Protezione civile ha emesso un messaggio mirato. Nel corso della giornata di oggi, venerdì 26 luglio, è previsto un graduale cedimento dell'alta pressione presente sul Trentino e la conseguenza è un aumento dell'instabilità atmosferica, che si protrarrà anche nei prossimi giorni. Tra sabato e domenica, inoltre, è previsto il rapido transito di una perturbazione di origine atlantica che porterà precipitazioni diffuse (Qui articolo).

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 25 novembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 novembre - 20:38

Sono 460 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 43 pazienti sono in terapia intensiva e 55 in alta intensità. Sono stati trovati 297 positivi a fronte dell'analisi di 4.323 tamponi​ molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 6,4%

26 novembre - 19:51

Mentre i contagiati comunicati da Fugatti e Segnana sono in costante calo, superati quasi ogni giorno dai guariti, il dato completo che comprende anche gli antigenici è meno rassicurante

26 novembre - 19:16

Il presidente ha fatto il punto sullo stato del contagio in Trentino spiegando che i dati sono buoni tranne quelli sulle ospedalizzazioni e le terapie intensive che sono in leggero peggioramento rispetto alla prossima settimana

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato