Contenuto sponsorizzato

"Mancano gli investimenti", sciopero dei trasporti per mercoledì 24 luglio

Si fermano trasporto urbano, extraurbano, Ferrovie dello Stato, società autostradali, trasporto merci e logistica. Chiesti maggiori investimenti e sicurezza

Di Davide Leveghi - 19 luglio 2019 - 15:55

TRENTO. Indetto uno sciopero dei trasporti, il prossimo mercoledì, 24 luglio. Addetti al trasporto pubblico e trasporto merci e logistica incroceranno le braccia per 4 ore, per 8 i lavoratori delle società autostradali e del gruppo Ferrovie dello Stato. Proclamato unitariamente a livello nazionale da Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti, mira a riportare l'attenzione del governo su temi strategici del settore, che, a detta delle sigle sindacali, è carente d'investimenti.

 

Diversi i temi portati all'attenzione: la mancanza di investimenti, appunto, e la sicurezza. “Questo è un comparto fondamentale dell’economia nazionale- scrive nel comunicato Stefano Montani della Filt del Trentino-, ma troppo spesso viene considerato solo una voce della spesa pubblica e non si investe, come si dovrebbe, adeguando il parco mezzi con veicoli anche ecologicamente compatibili”. Discorso analogo sulla sicurezza, riguardante particolarmente il settore merci e logistica: “A livello nazionale si sono verificati numerosi infortuni mortali. Serve maggiore attenzione alla sicurezza e regole chiare e trasparenti per impedire il dumping contrattuale che spesso impone di operare in condizioni limite”.

 

Intermodalità- cioè utilizzo di altri mezzi, il treno su tutti, per diminuire il traffico su gomma-, e concessioni autostradali, sono altri temi alla base dello sciopero. I sindacati, su quest'ultimo, evidenziano la necessità che le società autostradali debbano investire i profitti per la sicurezza degli utenti e dei lavoratori tramite la manutenzione dell'esistente ed una presenza fisica costante sul luogo. Clausole per la tutela dell'occupazione vengono inoltre richieste in vista dell'assegnazione delle nuove concessioni.

 

Per quanto riguarda i disagi al traffico, la mobilitazione si articolerà in provincia in questa maniera: sciopero delle biglietterie e dei servizi urbani di Trento e Rovereto dalle 11.00 alle 15.00; per i servizi extraurbani, ferrovia Trento-Malè e Trento-Bassano dalle 19.00 alle 23.00; per gli impianti fissi ed il comparto merci e logistica, sciopero per le ultime 4 ore del turno lavorativo; sciopero per l'intero turno di lavoro nel comparto autostradale; sciopero dalle 9.01 alle 17.01 per il gruppo FS (macchinisti, capitreni, personale).

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 ottobre - 14:12

Il Governo si è preso l’impegno di erogare i primi aiuti già a novembre: “Abbiamo previsto una serie di indennizzi per coloro che saranno penalizzati dalle nuove norme”. In arrivo nuovi contributi a fondo perduto, cancellata la seconda rata Imu e confermata la cassa integrazione

25 ottobre - 12:19

Stagione invernale a rischio, con il nuovo Dpcm il Governo ha disposto la chiusura degli impianti nei comprensori sciistici che potranno essere utilizzati solo dagli atleti professionisti e di interesse nazionale. Gli sciatori amatoriali dovranno sperare in un eventuale via libera del Comitato tecnico-scientifico

25 ottobre - 12:09

La consigliera ha avuto i primi sintomi nei giorni scorsi. Ora si sottoporrà al tampone molecolare, lo stesso faranno anche il consigliere Ghezzi e l'assessore Spinelli 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato