Contenuto sponsorizzato

Mezzi pubblici gratuiti sulla Valsugana per tre mesi per i lavori al viadotto di Ponte Alto

Un mese fa la mozione del Pd, oggi la giunta lo ha deliberato in previsione dei lavori di messa in sicurezza statica del viadotto di Ponte Alto che precede la galleria dei Crozi, un intervento che durerà almeno diciotto mesi. Ecco come funzionerà la gratuità e per chi

Pubblicato il - 24 maggio 2019 - 13:29

TRENTO. I lavori dureranno almeno 18 mesi e, si prevede già, potranno esserci disagi per molti pendolari e cittadini che dalla Valsugana si spostano a Trento e viceversa. Per questo è stato deciso dalla giunta quanto era stato proposto dal gruppo del Pd in consiglio provinciale: mezzi pubblici gratuiti nel periodo di lavori al viadotto di Ponte Alto (QUI ARTICOLO). 

 

A fine estate, infatti, inizieranno infatti i lavori di sistemazione e messa in sicurezza statica del viadotto di Ponte Alto che precede la galleria dei Crozi nella direzione verso Pergine Valsugana. L'intervento durerà almeno diciotto mesi e si prevede potrà essere causa di disagi per la circolazione, in particolare per i pendolari che giornalmente dalla Valsugana devono recarsi a Trento.

 

La giunta, quindi, ha deciso di fare sua una mozione del Partito democratico di un mese fa e prevedere la gratuità dei mezzi pubblici in via sperimentale per tre mesi per poter verificare il loro reale utilizzo da parte degli utenti, in particolare di coloro che di norma utilizzano il proprio mezzo. Dopo una ulteriore valutazione la gratuità potrebbe essere estesa a tutta la durata dei lavori a Ponte Alto.

 

La gratuità riguarderà l'intera tratta tra Primolano e Trento: per esempio, un utente che deve recarsi da S. Orsola a Trento o viceversa, con cambio di mezzo a Pergine Valsugana, si limiterà a pagare il biglietto o abbonamento da S.Orsola a Pergine o viceversa. Saranno inoltre rimborsati gli abbonati, che non siano studenti e pensionati, che hanno già sottoscritto un abbonamento annuale o semestrale e rientrano nei termini previsti per la gratuità.

Al fine di ridurre ulteriormente i disagi per chi viaggia saranno intensificati i servizi di collegamento tra Pergine e Trento tramite navette, riproponendo quanto già positivamente sperimentato in occasione della adunata degli Alpini, mentre per il servizio ferroviario sulla Valsugana già dallo scorso dicembre è attivo un incremento delle corse dirette e velocizzate, con un’offerta del 25% in più rispetto all’organizzazione precedente.

 

E per mezzi di trasporto pubblici si parla sia di treni che di autobus. Gratuiti, per tre mesi a partire dalla fine dell'estate, saranno i mezzi tra Primolano e Trento e viceversa, nelle seguenti fasce orarie di maggior traffico: tra le 5.30 e le 8.30, tra le 12.30 e le 14.00, tra le 16.30 e le 19.00.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

28 novembre - 20:51

Sono 446 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 42 pazienti sono in terapia intensiva e 52 in alta intensità. Sono stati trovati 219 positivi a fronte dell'analisi di 3.955 tamponi​ molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 5,5%

28 novembre - 22:40

Il conducente di 22 anni di Caderzone Terme ha improvvisamente perso il controllo del mezzo per finire contro alcuni alberi a lato strada e poi cappottarsi. Una 15enne è morta sul colpo, gravi gli occupanti dell'abitacolo

28 novembre - 20:00

A livello territoriale, attualmente non ci sono Comuni che entrano in zona rossa, mentre per Castello Tesino, Baselga di Pinè e Bedollo le stringenti limitazioni sono agli sgoccioli. Fugatti: "C'è qualche caso ma sono territori ben sotto i mille abitanti e quindi li prendiamo in considerazione perché contagio è circoscritto"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato