Contenuto sponsorizzato

Ossa e resti di corpi trovati in un capannone in Valsugana, sigillato l'edificio e indagini aperte

Questa mattina il ritrovamento nella zona industriale di Scurelle. Sul posto i carabinieri del Noe, scientifica e tenici dell'Appa oltre alla polizia locale. Bocche cucite su quanto scoperto ma trapelano le prime informazioni

QUI AGGIORNAMENTO
 

Di Luca Pianesi, Luca Andreazza e Cinzia Patruno - 17 aprile 2019 - 20:48

SCURELLE. Un immobile sotto sequestro, sigillato, e le unità del Noe dei carabinieri, la polizia locale, i tecnici di Appa e il personale degli uffici sanitari al lavoro per tutto il giorno per cercare di capire cosa può essere accaduto in uno dei capannoni industriali di Scurelle. Bocche cucite, il riserbo è massimo e ancora non è chiaro quanto sia stato effettivamente scoperto, ma è in corso un'indagine per stabilire quanto avvenuto e le prime notizie che trapelano parlano di un importante ritrovamento di resti cimiteriali.

 

 

Ossa e parti di corpi rinvenuti all'interno di un vecchio capannone industriale che si trova alle porte di Scurelle, nella zona dove si trovano alcuni stabili della ex Samatec lungo la strada dell'artigianato all'altezza dello svincolo della Valsugana. I sigilli sono stati apposti sia sul basculante che sulla porta che altrimenti condurrebbero negli spazi interni del capannone. Sul sigillo la scritta ''Area sottoposta a sequestro probatorio'' e viene citato l'articolo 354 del codice di procedura penale quello che riguarda anche la conservazione dello stato dei luoghi, delle tracce e delle cose pertinenti al reato che garantisce che nulla venga toccato o modificato o infici le indagini in qualche modo. 

 

 

In quegli stabilimenti, dove oggi sono rinate alcune attività commerciali, una trentina di anni fa si trovava la Samatec, area poi passata di proprietà alla Eurosic, e per diversi decenni vi hanno lavorato tantissimi operai della Valsugana nell'azienda che si occupava della lavorazione del carburo di silicio e di materiale abrasivo (come nella gemella fabbrica di Mezzocorona).

 

 

Le indagini sono aperte e polizia locale e carabinieri hanno immediatamente circoscritto e isolato l'area, sin da questa mattina. Tutto è già stato portato all'attenzione della procuratrice della Repubblica per le ordinanze e le procedure del caso.

QUI AGGIORNAMENTO

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 12 maggio 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
12 maggio - 20:36
Trovati 71 positivi, nessun decesso nelle ultime 24 ore. Sono state registrate 60 guarigioni. Sono 859 i casi attivi sul territorio provinciale
Politica
12 maggio - 20:12
Bocciata la proposta di Futura per consentire di riaprire all’aperto anche ai circoli dell’associazionismo. Zanella: “Resta l’amarezza, la [...]
Politica
12 maggio - 19:44
La Provincia intende acquistare 2,8 milioni di quote di Itas Mutua. Sono emersi dubbi, in particolare da parte di Onda civica, Partito [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato