Contenuto sponsorizzato

Parapiglia sul treno, un ragazzo senza biglietto oppone resistenza al controllore. Un passeggero con un pugno manda ko il trasgressore

L'episodio è avvenuto oggi, venerdì 22 novembre, poco dopo le 20 all'altezza della stazione di Magrè-Cortaccia. Sono entrati in azione gli agenti di polizia, così come il personale sanitario

Pubblicato il - 22 novembre 2019 - 20:45

TRENTO. Alta tensione e scene da far west sul treno regionale 10966 che collega Verona a Bolzano. Una persona, senza biglietto di viaggio, stava opponendo resistenza al controllore, quando un passeggero si è alzato e ha mandato il trasgressore ko, finito a terra con un pugno.

 

E' avvenuto oggi, venerdì 22 novembre, poco dopo le 20 all'altezza della stazione di Magrè-Cortaccia. Sono entrati in azione gli agenti di polizia, così come il personale sanitario.

 

Dopo le diverse fermate, il convoglio è arrivato nel capoluogo per partire da Trento alle 19.32 in direzione Bolzano. Tutto regolare fino a quando non è arrivato il controllore.

 

Il controllore ha avviato le verifiche dei titoli di viaggio e quindi si è imbattuto in una persona straniera senza biglietto.

 

Terminata la verifica, il controllore ha chiesto alla persona di scendere alla prima stazione, ma l'uomo ha iniziato a opporre resistenza per restare sul treno.

 

Diverse urla e qualche insulto, mentre il controllore cercava di mantenere la situazione, per quanto possibile, tranquilla e non cadere nelle provocazioni

 

A quel punto, però, un passeggero si è alzato, si è avvicinato all'uomo e gli ha sferrato un pugno in pieno volto

 

Un diretto che l'ha mandato letteralmente ko. Il trasgressore è finito a terra tra urla di dolore e un taglio sul viso

 

Il treno si è fermato a Magrè-Cortaccia, i passeggeri sono stati fatti scendere dal vagone, mentre a bordo del convoglio sono saliti gli agenti della polizia e il personale medico per prestare le cure al ferito.

 

Il ferito è stato trasportato all'ospedale per accertamenti e approfondimenti, mentre le forze dell'ordine hanno ascoltato le diverse testimonianze per ricostruire l'accaduto, quindi hanno portato il "giustiziere" in caserma.

 

Nel frattempo il treno è ripartito dopo circa 20 minuti e la circolazione ferroviaria è ora ritornata alla normalità. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

15 gennaio - 19:18

Nella conferenza stampa straordinaria organizzata dalla giunta provinciale di Bolzano, Arno Kompatscher si è detto sconcertato dalla scelta del Cts di trasformare l'Alto Adige in zona rossa. "Abbiamo inviato una lettera a Roma. Sulla base dei dati confermiamo con l'ordinanza di stasera la zona gialla"

15 gennaio - 19:30

Sono tantissime le prese di posizione (di partiti e istituzioni) in favore della testata ma colpiscono, in particolare, le dichiarazioni di Fugatti (che si dice ''sorpreso''), dei sindacati (che ancora parlano di ''investimento'' riferendosi all'operazione predatoria compiuta sull'editoria locale da parte di Athesia) e dell'Ordine dei Giornalisti (che esprime la sua ''solidarietà''). Ora si pensi ai giornalisti ma non si dimentichino i collaboratori esterni e i fotografi che da una vita lavorano per poche decine di euro al giorno mettendoci tutto quel che hanno

15 gennaio - 18:35

Il direttore sanitario dell'Apss, Antonio Ferro spiega: "Preoccupa il livello di occupazione dei posti letto negli ospedali". Il presidente della Provincia chiede ancora "senso di responsabilità" ai trentini 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato