Contenuto sponsorizzato

Paura nella notte a Pergine, perde il controllo dell'auto e finisce contro un palo. Due giovani feriti

E' successo in via Venezia. Sul posto si sono portati anche i carabinieri. Un'auto è finita contro il pilastro di una segnaletica stradale 

Foto tratta da internet
Pubblicato il - 17 maggio 2019 - 09:39

PERGINE. Paura nella notte in via Venezia a Pergine dove un giovane ha perso il controllo dell'auto ed è finito violentemente contro il pilastro di una segnaletica di passaggio pedonale.

 

L'incidente è avvenuto poco prima delle tre e sul posto si sono portati i soccorsi sanitari, i vigili del fuoco di Pergine e i carabinieri della compagnia di Borgo Valsugana.

 

Nell'incidente sono rimasti feriti due giovani, una ragazza di 19 anni e un ragazzo di 22 che sono stati trasportati all'ospedale Santa Chiara.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

20 ottobre - 05:01

Il racconto dell’altra faccia della prima linea contro il coronavirus, la storia di Veronica Righi che si occupa di ricostruire i contatti stretti dei positivi: “Come assistenti sanitari siamo pochi in Italia, prima nessuno ci conosceva ma con la pandemia la gente inizia a capire cosa facciamo”

19 ottobre - 20:05

Ci sono 44 pazienti nelle strutture ospedaliere di Trento e Rovereto, nessuno si trova nel reparto di terapia intensiva ma 7 persone sono in alta intensità. Nelle ultime 24 ore sono stati trovati 79 positivi a fronte dell'analisi di 1.521 tamponi molecolari per un rapporto contagi/tamponi a 5,2%

19 ottobre - 19:53

Mentre ci sono oltre 170 lavoratori che scioperano e lottano per i loro diritti, in consiglio provinciale l'assessore competente ha fatto il punto sulla loro situazione spiegando: ''E’ chiaro che non è intenzione della Pat assecondare decisioni che impattano negativamente sulle condizioni di benessere dei lavoratori, che sono i nostri lavoratori trentini, ma non possiamo però ignorare le istanze che vengono dal tessuto produttivo''. Per il segretario della Cgil ''Fugatti abbandona i lavoratori al proprio destino''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato