Contenuto sponsorizzato

Persone evacuate e pompieri sul tetto, incendio all'hotel Miramonti di Campiglio

Il fumo sarebbe partito sul retro della struttura alberghiera a 4 stelle a pochi metri dalla pista 3-Tre, nella zona del residence. La squadra antincendio dell'hotel ha subito interessato il Numero unico di emergenza e poi ha iniziato a limitare la portata delle fiamme. Sul posto i vigili del fuoco di Campiglio
QUI AGGIORNAMENTO

Pubblicato il - 26 febbraio 2019 - 11:48

MADONNA DI CAMPIGLIO. Una densa nube di fumo e un odore acre di bruciato. Le squadre dei vigili del fuoco di Campiglio sono in azione per cercare di spegnere un incendio divampato all'hotel Miramonti nella tarda mattinata di oggi, martedì 26 febbraio.

 

Il fumo sarebbe partito sul retro della struttura alberghiera a 4 stelle a pochi metri dalla pista 3-Tre, nella zona del residence. La squadra antincendio dell'hotel ha subito interessato il Numero unico di emergenza e poi ha iniziato a limitare la portata delle fiamme.

Nel frattempo i pompieri di zona si sono tempestivamente portati al Miramonti e dopo aver isolato e messo in sicurezza l'area, hanno avviato le operazioni di spegnimento.

 

La maggior parte dei clienti e ospiti dell'hotel si trova in pista, mentre quelli ancora presenti nella struttura sono stati evacuati e ora osservano l'intervento dei vigili del fuoco in sicurezza all'esterno dell'edificio. 

I pompieri si sono subito portati sul tetto, probabilmente l'origine dell'incendio è da ricondurre a qualche problema alla canna fumaria, e sono all'opera per contenere le fiamme e spegnere il fuoco.

 

Le operazioni sono ancora in corso e sono rese più complicate dalla presenza di neve sul tetto. Decine i mezzi e gli uomini impegnati.

QUI AGGIORNAMENTO

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 novembre - 04:01

Mentre dal 15 al 25 novembre i positivi comunicati da Fugatti e Segnana ai trentini sono passati da 3.099 a 2.461 quelli veri a Trento città sono passati da 2.240 a 2.500 e mentre il livello di contagio pare stabile i dati comunicati dalla Pat fanno salire enormemente il gap con tutti gli altri territori nel rapporto tra positivi e ricoveri, decessi e terapie intensive (dati, questi, che non si possono interpretare) e anche l'ex rettore Bassi conferma: ''Con impegno e costanza degni di miglior causa, il Trentino è riuscito a emergere nel panorama nazionale come una anomalia sempre più evidente''

27 novembre - 09:30

Due donne sono state estratte dal proprio veicolo, finito in un fossato dopo uno scontro con un'altra auto. L'incidente è avvenuto attorno alle 18.30 di giovedì 26 novembre nella località di Veronella, poco sotto Verona. Necessario l'intervento dei vigili del fuoco, che hanno dovuto utilizzare le pinze idrauliche per liberarle

27 novembre - 09:09

L'obiettivo è quello di non spostare il coprifuoco e quindi anticipare anche la Messa di Natale. Il governo starebbe trattato con la Cei, intanto per la riapertura degli impianti sciistici se ne dovrà riparlare a gennaio e lo stesso vale per la scuola

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato