Contenuto sponsorizzato

Rablà, enormi massi cadono sul sentiero, il vicesindaco: “Situazione pericolosa, abbiamo chiuso in sentiero”

La frana si è abbattuta sul sentiero panoramico che collega Parcines con Naturno, abbattendo anche qualche albero e terminando la corsa nella campagna sottostante. Alcuni sassi hanno un diametro di quasi 2 metri

Pubblicato il - 24 dicembre 2019 - 12:41

PARCINES (BZ). “La situazione è ancora troppo pericolosa, per questo abbiamo deciso di chiudere il sentiero panoramico”, così il vicesindaco di Parcines Alois Forcher, a proposito della frana che si è staccata dalla montagna intorno alle 9e30 di questa mattina.

 

 

Sul posto sono i intervenuti i vigili del fuoco di Rablà, frazione di Parcines, che hanno constato come degli enormi massi, alcuni con un diametro di quasi 2 metri, si fossero staccati dalla montagna precipitando nell’area sottostante.

 

 

La frana durante il suo percorso ha travolto tutto, arrivando a sradicare anche alcuni alberi e piombando sul sentiero panoramico che collega Parcines con Naturno, proprio per la possibilità che si verifichino altri crolli il comune ha disposto la chiusura del sentiero. Fortunatamente c’è stato solo un grande spavento dal momento che nessuna persona è rimasta coinvolta o ferita. I vigili del fuoco si sono adoperati per mettere in sicurezza l’area.

 

 

Attualmente circa una ventina di persone, fra vigili del fuoco e istituzioni stanno valutando la situazione per prendere delle contromisure. Con ogni probabilità all’origine dell’evento franoso ci sono state le recenti piogge che hanno indebolito il versante della montagna. Al momento non si conosce ancora una possibile data per la riapertura del sentiero.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

16 gennaio - 19:43

Sono 333 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 46 pazienti sono in terapia intensiva e 45 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 7 decessi di cui 6 in ospedale

16 gennaio - 17:59

Fugatti esulta: “Grazie ad un Rt sotto l’1 il Trentino rimane in zona gialla”, ma in conferenza stampa deve spiegare. Nel monitoraggio settimanale dell’Iss l’Rt del Trentino è indicato all’1.01. Nel frattempo Luca Zaia, nonostante un Rt di 0.96, ha chiesto e ottenuto di finire in zona arancione

16 gennaio - 18:29

Nella consueta conferenza sulla situazione Coronavirus in provincia di Trento, il direttore generale dell'Apss Pier Paolo Benetollo ha ribadito l'importanza di sottoporsi all'isolamento in caso di contatto con un positivo. "Il tampone è un utile strumento ma non in questo caso"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato