Contenuto sponsorizzato

Ruba l'auto ma viene beccato dai carabinieri mentre ci dorme all'interno

E' successo a Vezzano dove alcuni cittadini si sono insospettiti di un uomo fermo all'interno di un'auto per diverso tempo. Temendo che fosse stato colpito da un malore hanno dato l'allarme e sono arrivati i carabinieri che hanno scoperto quello che stava accadendo 

Pubblicato il - 02 dicembre 2019 - 10:38

VEZZANO. Prima ruba l'auto e poi viene beccato dai carabinieri mentre dorme all'interno del mezzo. Il fatto è accaduto ieri nella zona di Vezzano e la persona denunciata.  A finire nei guai è un ragazzo di 26 anni.

 

Tutto è iniziato ieri mattina quando alcuni residenti del posto si sono accorti di una persona che si trovava in auto, ferma immobile da ormai diverso tempo. La paura era quella che il soggetto fosse stato colpito da un malore ed è stato quindi dato l'allarme.

 

Sul posto si sono portati immediatamente i carabinieri della stazione di Vallelaghi. Arrivati vicino all'auto, però, hanno potuto verificare che il ragazzo di 26 anni stava solo dormendo all'interno del mezzo. Ecco allora che dopo aver accertato le sue condizioni gli hanno chiesto i documenti ed è qui che è arrivata la sorpresa.

 

L'auto su cui si trovava il giovane, era stata rubata nella notte tra il 27 e il 28 novembre. Il giovane non ha saputo dare spiegazioni ed è stato quindi portato in caserma e denunciato.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 05 dicembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

06 dicembre - 05:01

I vertici delle Stelle alpine redigono un documento (all'interno in forma completa) per chiarire un futuro che guarda fino alle prossime provinciali. I paletti per un dialogo sembrano stringenti più per il carroccio che per gli ex alleati. "Differenziarsi dalle visioni dei partiti nazionali e in antitesi ai partiti centralisti, nazionalisti, anti europeisti e a quei leader nazionali che vedono nel Trentino una terra di conquista"

06 dicembre - 10:58

Gli impianti di videosorveglianza, pubblici e privati presenti in zona, hanno permesso di individuare l’autovettura dei due rapinatori. La donna faceva da "palo" mentre il marito bloccava le persone e le minacciava con un coltello 

06 dicembre - 10:17

E' successo nelle prime ore di questa mattina. Sul posto si sono portati i vigili del fuoco i soccorsi sanitari con l'elicottero e il soccorso alpino. L'uomo ha riportato gravi ferite agli arti inferiori

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato