Contenuto sponsorizzato

Senza patente si mette alla guida di un'auto, provoca un incidente e poi scappa, denunciato un 23enne

Nell'incidente 3 degli occupanti delle autovetture coinvolte sono stati trasportati in ospedale a Cavalese. Il 23enne, sprovvisto di patente perché mai conseguita, è stato individuato e identificato dai carabinieri. Dovrà ora rispondere di  omissione di soccorso, fuga in caso di incidente stradale e guida senza patente 

Pubblicato il - 12 febbraio 2019 - 19:28

CAMPITELLO DI FASSA. Senza avere la patente si era messo alla guida di un mezzo finendo per provocare un incidente per poi fuggire facendo perdere le proprie tracce.

 

E' successo nell'ultimo fine settimana, nella notte tra il 9 e il 10 febbraio a Campitello di Fassa. Si tratta di un ventitreenne di origine svizzera ma residente a Nova Levante, in provincia di Bolzano, sprovvisto di patente perché mai conseguita.

 

Dopo essersi messo alla guida di un'auto è andato a scontrarsi con un altro mezzo proveniente dal senso opposto. A seguito dell’impatto 3 degli occupanti delle autovetture coinvolte sono stati trasportati in ospedale a Cavalese mentre il conducente 23enne è fuggito dal punto dell'incidente facendo perdere le sue tracce.

 

Nonostante la sua fuga, nel successivo pomeriggio, i Carabinieri del Comando Stazione di Canazei attraverso una serie di accertamenti sono riusciti ad identificare il giovane responsabile del sinistro che è stato poi deferito alla Procura della Repubblica di Trento per omissione di soccorso, fuga in caso di incidente stradale e guida senza patente perché mai conseguita.

Video del giorno
Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 febbraio 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

19 febbraio - 18:02

Il covo della cellula è stato individuato in una casa isolata a Bosco di Civezzano. Questo il luogo dove falsificavano i documenti  per garantirsi la clandestinità e progettare atti di eversione in Italia e all’estero

19 febbraio - 19:56

I risultati arrivati dalla piattaforma Rousseau sull'autorizzazione a procedere nei confronti di Matteo Salvini non sono stati quelli che gran parte del M5S in Trentino si aspettava. Per il consigliere Degasperi "Non si possono cambiare le regole quando non piacciono e tenere quelle che fanno più comodo". Per Alex Marini: "Sarebbe stato preferibile il ministro Salvini avesse potuto difendere il proprio operato di fronte ad un giudice"

19 febbraio - 17:56

Dopo il ''riserbo'' di Paccher sui nominativi esaminati dalla giunta per le elezioni, interrogazione del consigliere di Futura : ''L'attività del parlamento trentino e dei suoi organi dev'essere trasparente''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato