Contenuto sponsorizzato

Si lancia con il paracadute e muore: tragedia sul Brento

La vittima è un uomo di 47 anni di origini straniere. Sul posto i carabinieri della stazione di Dro e i sanitari con l'elicottero

Pubblicato il - 21 aprile 2019 - 08:57

DRO. Sarebbe dovuta essere una Pasqua trascorsa nel divertimento, tra la natura quella di un paracadutista. Invece si è trasformata in una giornata di dolore. L'uomo è morto sul Brento.

 

È successo questa mattina alle 7: la vittima è un uomo straniero di 47 anni. L'intervento dei soccorritori è ancora in corso, quindi difficile dire al momento quale sia stata l'esatta dinamica dell'accaduto. Pare però che ad essere stato fatale allo sportivo sia stato un lancio, sembra con il paracadute.

 

Immediati i soccorsi: sul posto sono arrivati i carabinieri della stazione di Dro e i sanitari con le ambulanze e l'elicottero di Trentino emergenza. A nulla però purtroppo sono valsi i loro tentativi di salvare la vita all'uomo.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 novembre - 04:01

In Trentino il turismo è un settore strategico, pesa per il 20% del Pil provinciale, il periodo di Natale e Capodanno vale un terzo della stagione invernale e il "buco" in caso di chiusura tout-court viene valutato in 1 miliardo. Un danno che si aggiunge alla primavera cancellata e l'estate oltre le aspettative ma in fortissimo calo: si stima di aver bruciato tra indotto diretto e indiretto circa 280 milioni di euro e mezzo miliardo da marzo

24 novembre - 19:26

Sono 478 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 42 pazienti sono in terapia intensiva e 51 in alta intensità. Sono stati trovati 143 positivi a fronte dell'analisi di 2.235 tamponi​ molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 6,4%

24 novembre - 19:49

Un'operazione di questo tipo non era mai stata messa in campo nemmeno nella prima ondata ma la situazione è preoccupante e i positivi sono diversi sia tra i permanenti che nella protezione civile. Lo screening con tamponi molecolari avverrà a partire da mercoledì

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato