Contenuto sponsorizzato

Si stacca un pezzo di cornicione, colpita una signora. Paura in centro a Trento

La donna è stata portata in ospedale anche se fortunatamente è stata solo colpita di striscio dai pezzi di legno che sono crollati dall'alto in via Oriola

Di Luca Andreazza e Luca Pianesi - 30 gennaio 2019 - 12:14

TRENTO. Poteva diventare una vera tragedia e solo per fortuna la signora che è stata colpita dai pezzi di cornicione non si è fatta molto più male. Si sono vissuti attimi di paura nella centralissima via Oriola, a Trento, poco prima di mezzogiorno. Da un cornicione di una delle case, proprio sopra il negozio Kasanova, hanno ceduto delle assi di legno che si sono staccate per precipitare sulla strada sottostante, in queste ore, ovviamente, molto frequentata.

 

 

In quel momento stava passando una signora che è stata colpita dai pezzi di legno. Grande è stato lo spavento per tutti i passanti che subito hanno raggiunto la donna cercando di soccorrerla e per sincerarsi delle sue condizioni. Fortunatamente il colpo pare essere stato solo di striscio, comunque la signora è stata accompagnata dentro al negozio Kasanova in attesa che arrivassero i soccorsi, giunti rapidamente sul posto.

 

 

Un'ambulanza e un'automedica sono stati mandati in via Oriola e contemporaneamente sono arrivai i vigili del fuoco di Trento per mettere in sicurezza l'area. Il cornicione, infatti, è risultato pericolante.

 

 

 

Il peso della neve degli scorsi giorni e l'acqua derivante dallo sciogliersi della stessa hanno, probabilmente, appesantito e infradiciato il legno che ha ceduto. Ora l'area è stata transennata e sul posto sono arrivati anche gli agenti della polizia locale. La donna è stata portata al pronto soccorso in codice rosso ma non dovrebbe aver riportato gravi ferite.

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 novembre - 04:01

Mentre dal 15 al 25 novembre i positivi comunicati da Fugatti e Segnana ai trentini sono passati da 3.099 a 2.461 quelli veri a Trento città sono passati da 2.240 a 2.500 e mentre il livello di contagio pare stabile i dati comunicati dalla Pat fanno salire enormemente il gap con tutti gli altri territori nel rapporto tra positivi e ricoveri, decessi e terapie intensive (dati, questi, che non si possono interpretare) e anche l'ex rettore Bassi conferma: ''Con impegno e costanza degni di miglior causa, il Trentino è riuscito a emergere nel panorama nazionale come una anomalia sempre più evidente''

26 novembre - 20:38

Sono 460 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 43 pazienti sono in terapia intensiva e 55 in alta intensità. Sono stati trovati 297 positivi a fronte dell'analisi di 4.323 tamponi​ molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 6,4%

26 novembre - 19:51

Mentre i contagiati comunicati da Fugatti e Segnana sono in costante calo, superati quasi ogni giorno dai guariti, il dato completo che comprende anche gli antigenici è meno rassicurante

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato