Contenuto sponsorizzato

Sparatoria all'ex Zuffo, i carabinieri hanno arrestato l'ultimo ricercato

L'uomo, 25 anni, era ricercato su tutto il territorio nazionale. Sentendosi braccato ha deciso di consegnanti spontaneamente ai carabinieri 

Pubblicato il - 07 febbraio 2019 - 16:36

TRENTO. E' stata arrestata anche la settima persona che aveva preso parte alla sparatoria avvenuta la serata del 4 novembre scorso al parcheggio dell'area ex Zuffo di Trento. (QUI L'ARTICOLO COMPLETO)

A fine gennaio le indagini dei carabinieri hanno portato all'arresto di sei persone coinvolte di origine sinti per un regolamento di conti interno. All’appello mancava ancora una persona che era riuscita a fuggire alla morsa dei carabinieri ma che era ricercata su tutto il territorio nazionale.

 

Ieri mattina a Brescia, personale dell’Aliquota Operativa della Compagnia Carabinieri di Riva del Garda, ha proceduto all’arresto di questo unico soggetto rimasto irreperibile nell’operazione “Full Dalton”.

 

Le ricerche hanno visto controlli sempre più serrati nei campi nomadi e presso i parenti del ricercato, tanto che l'ultimo ricercato, un giovane 25enne, sentendosi ormai "accerchiato" ha deciso di costituirsi.

 

Insieme al proprio legale di fiducia ha contattato i Carabinieri di Riva del Garda ed è stato poi arrestato a Brescia e trasferito nel carcere di Canton Mombello. Ora tutti e sette gli indagati per la sparatoria sono a disposizione dell’Autorità Giudiziaria di Trento, ognuno che dovrà chiarire la propria posizione.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

29 novembre - 17:22
Sono stati analizzati 3.695 tamponi, 265 i test risultati positivi. Il rapporto contagi/tamponi si attesta al 7,2%. Altri 12 decessi, il bilancio è di 236 morti in questa seconda ondata
29 novembre - 15:10

Dai primi fastidi alle settimane rinchiusa in casa. Ilaria, residente a Egna, racconta il suo viaggio nella lotta contro il Covid. Tra i più grandi ostacoli spiccano quelli mentali: "Mi sentivo psicologicamente demoralizzata perché credetemi, questa bestia prende tutto, pure la mente. Spero che la mia storia sia di aiuto a chi si trova nella mia stessa situazione"

29 novembre - 17:00

Una persona estratta dalla lamiere dell’auto con le pinze idrauliche. Il ferito trasportato in codice rosso all’ospedale. Sul posto sanitari vigili del fuoco e forze dell’ordine

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato