Contenuto sponsorizzato

Specchietti delle auto in frantumi, vetri rotti e bidoni dell'immondizia rovesciati. Notte di vandalismi a Mattarello

A segnalarlo sono stati i cittadini che poi hanno postato le foto attraverso l'applicazione Shelly. Tra i vandalismi anche il danneggiamento di diversi specchi stradali 

Pubblicato il - 08 aprile 2019 - 18:27

TRENTO. Finestrini delle auto in frantumi ma anche cassonetti dell'immondizia rovesciati e specchi stradali distrutti. E' stata una notte di scorribande quella appena vissuta nell'abitato di Mattarello.

 

A segnalarlo sono stati i cittadini che nelle prime ore di questa mattina si sono accorti di quello che era successo. In via del Castel alcune persone si sono 'divertite' a mandare in frantumi alcuni finestrini delle auto parcheggiare lungo la strada.

 

Questo, però, non sembra essere stato l'unico atto vandalico. I cittadini, infatti, hanno segnalato quello che è successo attraverso l'utilizzo dell'applicazione Shelly che grazie ad un sistema di geolocalizzazione raccoglie, in tempo reale, su tutto il territorio, le segnalazioni dei cittadini per poi fornire informazioni di sicurezza e pubblica utilità.

 

Le segnalazioni,  con tanto di foto, hanno anche riguardato alcuni specchi stradali che sempre nel corso dell'ultima notte sono stati danneggiati e, se questo non bastasse, anche dei cassonetti dell'immondizia rovesciati, rotti i vetri di alcune finestre e alcune tegole  

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

23 novembre - 20:20

Sono 476 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 43 pazienti sono in terapia intensiva e 50 in alta intensità. Sono stati trovati 93 positivi a fronte dell'analisi di 1.484 tamponi​ molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 6,3%

23 novembre - 19:10

Ecco come cambiano le regole di comportamento se in casa qualcuno avverte dei sintomi legati al coronavirus. La “regola dei 21 giorni” di isolamento e le altre istruzioni, l’Apss: “Le persone asintomatiche dei servizi essenziali continueranno a lavorare con la mascherina, poi in quinta giornata faranno un tampone”

23 novembre - 18:32

Il tema è quello dell'apertura degli impianti per il periodo di Natale e Capodanno, ipotesi in questo momento bloccata da Roma. Nel tentativo di forzare una decisione diversa, la Provincia di Trento e quella di Bolzano, valle d'Aosta, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Veneto e Piemonte hanno trovato un'intesa unanime sul protocollo di sicurezza

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato