Contenuto sponsorizzato

Tragedia di Nomi, la vittima è Matteo Riolfatti di Trento. Carbonizzate l'auto e la moto. Salvi il 19enne e la 15enne della macchina

I due ragazzi sono riusciti ad uscire rapidamente dal mezzo e non hanno riportato gravi conseguenze. Niente da fare per il 42enne che era alla guida della moto. Per lo schianto pezzi dei due veicoli sono finiti nell'Autostrada e nel giardino della casa di fronte

Pubblicato il - 11 ottobre 2019 - 20:19

NOMI. Si chiamava Matteo Riolfatti, aveva 42 anni ed era di Trento il motociclista che quest'oggi, intorno all'ora di pranzo, si è schiantato con la sua moto contro un'auto. Un colpo fortissimo tanto da far incendiare i due veicoli e da far volare pezzi e detriti a decine di metri di distanza, addirittura sull'Autostrada, nonostante le barriere protettive. E il bauletto della moto si è sganciato finendo dentro il giardino della casa posizionata di fronte al luogo dell'incidente anche in questo caso a una decina di metri di distanza. Insomma lo schianto deve essere stato davvero terribile.

 


 

La dinamica dell'accaduto, ancora al vaglio dei carabinieri, racconterebbe di uno scontro avvenuto all'altezza dello svincolo per Nomi, lungo la strada provinciale 90. La macchina stava percorrendo la Destra Adige in direzione nord e all'altezza del semaforo avrebbe invaso l'altra corsia per svoltare a sinistra. Nell'altra direzione stava provenendo la moto del 42enne trentino che, non è ancora chiaro per quale motivo, ha centrato la macchina andando a spostarla anche di alcuni metri. Subito i due veicoli hanno preso fuoco.

 

Le due persone a bordo dell'auto, due giovanissimi, un 19enne e una 15enne, sono riusciti a liberarsi e ad uscire rapidamente dal mezzo. Per Riolfatti, invece, non c'è stato niente da fare. Lo schianto e la caduta sull'asfalto gli sono stati fatali. Sul posto sono arrivati i vigili del fuoco di Nomi e di Trento per spegnere il rogo unico che aveva avvolto sia la macchina che la motocicletta oltre che per mettere in sicurezza l'area e sistemare la viabilità.

 

Sono arrivate un'ambulanza che ha portato via i due ragazzi, fortunatamente non gravi, e l'elicottero oltre ai carabinieri di Rovereto per i rilievi e le indagini del caso.  

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 giugno 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
21 giugno - 10:01
"Sono l'ultimo che dovrebbe fare la morale a chi vuole divertirsi, ma quello che state lasciando in piazza d'Arogno è uno schifo". Così il [...]
Ambiente
21 giugno - 09:32
Romano Nesler, presidente della Federazione associazioni apicoltori del Trentino: "La lotta alla Flavescenza dorata sulle vite ha tristi precedenti [...]
Cronaca
21 giugno - 09:41
E' successo nella zona dell'Idroland Baitoni, sul posto i vigili del fuoco, i soccorsi sanitari e la polizia locale Valle del Chiese. L'uomo, [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato