Contenuto sponsorizzato

Trento, imbocca la ciclabile con l'auto e poi rimane bloccato sul ponte

L'uomo ha percorso un tratto di ciclabile rimanendo bloccato poi sul cavalcavia. Chiesto l'intervento delle forze dell'ordine 

Pubblicato il - 27 febbraio 2019 - 09:42

TRENTO. Non si sa se per un errore di calcolo o magari per evitare i rallentamenti pensando di imboccare una strada diversa, fatto sta che questa mattina un anziano a bordo della propria auto stava percorrendo via Maccani quando ad un certo punto, arrivato in prossimità della rotonda, ha deciso di imboccare il cavalcavia che collega con via Brennero entrando con l'auto nella ciclabile.

 

Una manovra che ha lasciato a bocca aperta diversi automobilisti soprattutto perché l'anziano, dopo aver imboccato la ciclabile, all'inizio molto larga e quindi percorribile anche da un'auto, ha proseguito inizialmente senza problemi.

 

L'uomo a bordo dell'auto ha percorso un tratto di ciclabile fino ad arrivare a metà ponte del cavalcavia dove si restringe il passaggio ed è stato costretto a fermarsi. Impossibilitato a muoversi l'unica cosa che ha potuto fare è stata quella di chiedere l'intervento della polizia locale.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

24 novembre - 19:38

Guarire dal coronavirus non garantisce l’immunità permanente, il direttore dell’azienda sanitaria: “Circa il 75% delle persone contagiate in primavera, a settembre, avevano ancora gli anticorpi che riescono a neutralizzare il virus, ma il restante 25% può ammalarsi di nuovo. Al momento non ci sono modi per distinguere chi resta protetto dagli altri, quindi anche i guariti devono continuare a rispettare le norme di isolamento e proteggersi”

24 novembre - 18:48

Il governatore trentino è tornato a ripetere la propria posizione sugli impianti sciistici. Intanto il dialogo tra la conferenza delle regioni e il governo va avanti. Fugatti cita l'Austria e chiede ristori per tutto l'indotto in caso di chiusura degli impianti

24 novembre - 18:26

Sono 143 i positivi e 14 i decessi. Stabile il rapporto contagi/tamponi che resta sotto la soglia del 10%. Aumenta il numero dei ricoveri nei normali reparti e cala quello in terapia intensiva, 176 i guariti nelle ultime 24 ore, un dato che anche oggi supera quello dei nuovi infetti

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato