Contenuto sponsorizzato

Addio a William Trentini, muore a soli 44 anni e lascia un vuoto enorme nel mondo della cultura e dello spettacolo

E' enorme il cordoglio e sono tantissimi i messaggi di incredulità, di cordoglio e di ricordo per un professionista apprezzatissimo per dedizione, serietà e modi sempre gentili. Diplomato in fotografia e illuminotecnica dal 1998 ha collaborato stabilmente con varie realtà culturali in Regione, così come in tutta Italia

Pubblicato il - 24 maggio 2020 - 16:06

TRENTO. Addio a William Trentini, scomparso improvvisamente a soli 44 anni. Lascia un vuoto enorme nel mondo della cultura e dello spettacolo. Un punto di riferimento per il settore in Trentino e in Alto Adige.

 

E' enorme il cordoglio e sono tantissimi i messaggi di incredulità, di cordoglio e di ricordo per un professionista apprezzatissimo per dedizione, serietà e modi sempre gentili

 

Diplomato in fotografia e illuminotecnica dal 1998 ha collaborato stabilmente con varie realtà culturali in Regione, come il Centro servizi culturali Santa Chiara e la Fondazione Haydn, così come in tutta Italia.

 

Oltre ai player più importanti del territorio regionale e nazionale, Trentini si è sempre messo a disposizione con le tantissime realtà trentine per supportare la produzione e la regia delle luci.

 

Un impegno costante, tanto che in oltre 15 anni di attività ha partecipato a numerose produzioni con Enti lirici, Teatri stabili, Festival, compagnie di prosa e danza.

 

Nel corso della sua carriera ha firma il disegno luci di numerose Opere liriche e di prosa con registi come Alessio Pizzech, Bruno Streiff e Hiroki Hiara, Roberto Marafante, Dino Gentili, Carmen Giordano e moltissimi altri.

 

Un professionista a tutto tondo e competenze che spaziavano tra il disegnatore di luci, direttore tecnicocapo elettricista fino al datore di luci in tutte le  produzioni dello spettacolo. 

 

Nel 2007 è diventato direttore della fotografia per il video, docente di fotografia per l’audiovisivo e di illuminotecnica in diverse scuole di cinema e teatro, mentre dal 2011 ha collaborato a progetti in ambito di arte contemporanea con artisti di livello internazionale come Meris Angioletti (Stanzas, 2011) prodotto dalla Biennale di Venezia e Camilla de Maffei (Oracles in a dark valley, 2012).

 

Da segnalare la partecipazione come light designer nelle produzioni "Curon/Graun" di Oht in collaborazione con la Haydn presentato a gennaio anche alla Triennale di Milano e di "19 luglio 1985". Una tragedia Alpina" sempre di Oht Office for Human Theatre, del Centro Servizi Culturali S. Chiara e di Romaeuropa Festival nel novembre 2019. 

 

Sono tantissimi a piangere la morte di Trentini, molti i cittadini che si stringono intorno ai familiari per questa prematura scomparsa. Lascia la compagna Elisa Versini, che da poco aveva fondato e aperto una scuola di danza, Dance Emotion, con la quale il 44enne collaborava in qualità di presidente e per tutti gli aspetti tecnici degli spettacoli. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 01 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

02 dicembre - 07:38

Modifiche alle linee guida anche per quanto riguarda gli operatori: screening una volta in settimana e se non ci sono sintomi non servono test al personale che ha già contratto Covid-19 nei mesi scorsi. Francesca Parolari, presidente di Upipa: "Se aspettiamo l'insorgenza dei sintomi o aspettiamo la positività accertata di un operatore, rischiamo di non contenere il contagio. Dobbiamo agire su entrambi i fronti"

02 dicembre - 09:20

Il ministero della sanità del RegnoUnito ha spiegato: "Il governo ha accettato la raccomandazione dell'autorità di regolazione sui farmaci del Regno, la Mhra, per approvare l'uso del vaccino Covid-19 della Pfizer-BioNTech". Sono una cinquantina gli ospedali che si stanno preparando per la somministrazione 

30 novembre - 17:07

L’Ufficio meteorologia dell’Agenzia per la protezione civile spiega che la situazione è dovuta all’alternarsi di una serie notevole di fenomeni di alta pressione: “Il mese di novembre che sta per concludersi ha fatto registrare un numero eccezionale di ore di sole, il valore più elevato degli ultimi 35 anni”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato