Contenuto sponsorizzato

Buon compleanno Wikipedia! Al Centro per la cooperazione internazionale si festeggiano i 19 anni dell'enciclopedia online

In un evento tenuto mercoledì 15 gennaio 2020 nella sede del Centro per la cooperazione internazionale di vicolo San Marco, ogni volonteroso avrà modo di confrontarsi con la riscrittura di pagine di wikipedia contando sull'apporto degli esperti dell'Osservatorio Balcani e Caucaso. Si festeggia così una collaborazione di oltre 5 anni

Pubblicato il - 13 gennaio 2020 - 19:35

TRENTO. Il Centro per la cooperazione internazionale s'affaccia al nuovo anno dopo gli scossoni di fine 2019 e le dimissioni del presidente Mario Raffaelli con un evento volto a celebrare l'annosa collaborazione con la celebre enciclopedia online Wikipedia, giunta al diciannovesimo anno d'età. Nella biblioteca della propria sede, in Vicolo San Marco, il Cci aprirà al pubblico le porte del centro a partire dalle 15 di mercoledì 15 gennaio 2020 fino alle 20, con una pausa rinfresco offerta da Wikimedia Italia, l'associazione con sede a Milano che promuove l'enciclopedia nella penisola.

 

In queste 5 ore ogni persona che vorrà contribuire al miglioramento di contenuti avrà modo di confrontarsi gratuitamente con lo staff del Centro e con alcuni “wikipediani” esperti, fornendo assistenza tecnica su contenuti e fonti (ai partecipanti si richiede però di portare il proprio computer). Al centro del lavoro di riscrittura vi saranno i temi cari all'organismo per la cooperazione: Europa, cooperazione internazionale, diritti fondamentali, sostenibilità.

 

Nella sua opera di divulgazione, infatti, il Centro per la cooperazione internazionale, attraverso la sua unità operativa Osservatorio Balcani e Caucaso Transeuropa, è da anni impegnato a contribuire a Wikipedia. La collaborazione tra l'Osservatorio e i progetti legati all'enciclopedia online è nata nel 2015 attivando l'iniziativa “Un wikipediano in residenza”, progetto che nell'ambito del programma Glam (Galleries, Libraries, Archives ad Museums) ha visto Wikimedia Foundation rivolgersi ad autorevoli istituzioni culturali per trasferire il patrimonio di conoscenze e dati prodotti dall'Obct in anni di attività su Wikipedia, facilitandone l'accesso ad un pubblico sempre più ampio e arricchendo con i propri contenuti l'enciclopedia libera più grande e consultata al mondo.

 

Da quel momento in poi la relazione con Wikipedia non si è mai interrotta, portando centinaia di voci di qualità in inglese e italiano, grazie a vere e proprie “maratone di scrittura” tra Trentino, Belgrado, Sofia, Madrid e Berlino. Grande attenzione è stata dedicata al territorio, grazie a due progetti che hanno coinvolto le scuole locali. In primo luogo con un progetto sulla Grande Guerra, in cui gli studenti hanno avuto modo di studiare una storia poco nota, quella cioè dei prigionieri russi e serbi sul fronte alpino. In secondo luogo, invece, un progetto partito in questi giorni e coinvolgente gli studenti dell'Istituto agrario di San Michele all'Adige e focalizzato sul tema delle guerre nell'ex Jugoslavia.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 02 luglio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

04 luglio - 11:05

I dati sono stati presentati durante il progetto quadriennale “Life Blue Lakes”. E' aumentata la concentrazione media di microparticelle di plastica per chilometro quadrato nei laghi, Sul Garda si è passati dalle 9.900 particelle del 2017 alle 131.619 del 2019 per chilometro quadrato

04 luglio - 12:47

La Sat risponde alle proteste: "A causa dell'emergenza sanitaria abbiamo potuto riprendere le attività sui sentieri soltanto a partire dalla fine di maggio, prima non era possibile. Curare la manutenzione di 5.500 chilometri di sentieri, con 70 vie ferrate e 120 sentieri attrezzati non è così semplice come può apparire a chi vede solo i sentieri della propria zona"

04 luglio - 11:16

Stanziati i fondi anche per il 2021-24 che serviranno per finanziare borse di studio ma anche per orientamento, formazione, spese mediche e per incentivare le assunzioni dei figli delle vittime di femminicidio. Conzatti: “Ciò non serve ad alleviare il dolore degli orfani ma è un segno della vicinanza dello Stato”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato