Contenuto sponsorizzato

Coronavirus in Trentino, a Pieve di Bono 4 morti dall'inizio dell'epidemia, altri 2 decessi a Cavedine. Salgono i contagi a Predazzo e Nomi. I casi per Comune

Le vittime sono 6 donne e 3 uomini. Sono 3.669 casi dall'inizio dell'epidemia sul territorio provinciale, mentre sono saliti a 284 i decessi per complicazioni legate a Covid-19. Ci sono 24 nuovi ad Arco, 18 a Trento, 10 a Cles e 8 a Pellizzano

Di Luca Andreazza - 11 aprile 2020 - 19:05

TRENTO. Più 145 nuovi contagi per un totale di 3.669 casi dall'inizio dell'epidemia sul territorio provinciale, mentre sono saliti a 284 i decessi per complicazioni legate a Covid-19. Nelle ultime 24 ore sono stati eseguiti 1.703 tamponi e l'8,5% di questi sono risultati positivi (Qui articolo). Il dato delle vittime comprende un uomo proveniente dalla Lombardia e ospitato nelle nostre strutture ospedaliere, mentre si devono aggiungere due cittadini di Canal San Bovo che negli scorsi giorni si sono spenti a Belluno e Feltre. 

Le vittime sono 6 donne e 3 uomini. Una 95enne di Pieve di Bono, una 95enne e una 92enne, entrambe di Cavedine, una 89enne di Ledro, una 79enne di Pergine e una 91enne di Nomi. Un 74enne di Arco, un 80enne di Trento e un 57enne di Cavalese

 

Purtroppo quarto lutto a Pieve di Bono dall'inizio di questa epidemia, terzo a Cavedine, sesto a Cavalese. Sale a 8 vittime il totale a Nomi e 25 a Ledro

L'aggiornamento di Provincia Apss1.761 in isolamento domiciliare, 504 in Rsa mentre i casi complessivi riguardano 995 persone141 nelle case di cura 13 in strutture intermedie. Sono 293 i pazienti ricoverati senza ventilazione42 in ventilazione semi-invasiva e 62 in ventilazione invasiva. Sono invece 269 i guariti e 300 i guariti clinicamente.

 

Più 24 in quel di Arco per un totale di 312 casi), quindi più 18 a Trento che si attesta a 460 casi e più 10 a Cles per 54 casi. Sale di 9 positivi il conteggio Rovereto (126 casi), quindi +8 a Nomi (28 casi) e Pellizzano (36 casi), +7 a Predazzo (73 casi) e +6 a Lavis (44 casi). 

Ci sono 5 nuovi contagi a Cavalese (68 casi), 4 a Bleggio Superiore (37 casi) e 3 a Storo (91 casi). Ci sono due infettati in più ad Ala (12 casi), Castel Ivano (12 casi), Castel TesinoMori (29 casi), Pergine (214 casi), San Giovanni (68 casi), Spiazzo (16 casi).

 

Un nuovo positivo in Altopiano della Vigolana (10 casi), Altavalle (4 casi), Borgo d'Anaunia (21 casi), Caderzone (10 casi) e Castello-Molina di Fiemme (40 casi), Cavedine (43 casi), Croviana (4 casi) e Dro (72 casi). E ancora Mazzin (12 casi), Ossana (3 casi), Pieve di Bono-Prezzo (51 casi), Pinzolo (51 casi), Pomarolo (8 casi), Riva del Garda (104 casi), Sanzeno (5 casi), Sella Giudicarie (36 casi), Tione (48 casi), Ton (5 casi), Vermiglio (53 casi), Ville di Fiemme (32 casi) e Volano (5 casi). 

Tassi di contagio. Sono 5 i Comuni già attenzionati per l'alto numero di casi in rapporto alla popolazione: Vermiglio (2,9%), Canazei (3,7%) e Campitello di Fassa (3,8%), Borgo Chiese (3,7%) e Pieve di Bono-Prezzo al 3,5% (Qui articolo).

 

Numeri alti anche a Ledro (2,6%), Pellizzano (4,6%), Bleggio Superiore (2,4%), Mazzin e Nomi (2,1%), Cavedago e Storo (2%), Drena e San Giovanni (1,9%), Arco, Castello-Molina di Fiemme, Cavalese e Pinzolo (1,7%), Predazzo (1,6%). Il tasso di contagio a livello provinciale si attesa a 0,68%. Trento si trova a 0,4%, Rovereto a 0,3%, Pergine a 0,99% e Riva del Garda a 0,6%.

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 25 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 gennaio - 16:19

La risposta di piazza Dante a istituire una commissione d'indagine potrebbe arrivare tra una settimana, le minoranze attendono un'informativa dalla Provincia per un aggiornamento dell'emergenza Covid-19. In questa sede la Giunta Fugatti si dovrebbe pronunciare sulla volontà di acconsentire a procedere in questo senso

26 gennaio - 15:08

Le minoranze proprio questo pomeriggio hanno presentato una mozione per chiedere la creazione di una commissione d'indagine per verificare il tasso di effettiva diffusione del virus Covid-19 sul territorio Trentino, le modalità del suo monitoraggio e le azioni adottate per la sua gestione

26 gennaio - 13:34

Bolzano fa un passo indietro dopo la mancata accettazione della classificazione del Cts e l'inserimento a livello europeo nella "zona rosso scuro". Pronta una nuova ordinanza che introduce restrizioni da domenica 31 gennaio. Kompatscher: "Sappiamo che le classificazioni nazionali e europee hanno conseguenze giuridiche. Per questo abbiamo deciso di prendere atto di questa situazione"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato